Banner

Login

Acquista l'olio extra vergine direttamente dal produttore

Dieta Mediterranea, patrimonio dell'umanità - UNESCO

Stampa E-mail
Scritto da Salvatore Tripaldi   
Martedì 16 Novembre 2010 17:11
Questo contenuto e' stato letto: 15126 volte   
olio-frescoOggi 16 novembre 2010, il comitato intergovernativo dell'UNESCO ha proclamato la Dieta Mediterranea patrimonio culturale immateriale dell'umanità.La proclamazione approvata all'unanimità è arrivata questo pomeriggio da Nairobi in Kenya, dove c'è stata un'ovazione tra i delegati di tutti i 166 Stati presenti.
La proclamazione della Dieta Mediterranea, quale stile di vita sostenibile basato su tradizioni alimentari e su valori culturali secolari, rappresenta un traguardo storico per la tradizione alimentare e per la cultura dell'Italia intera, e ci chiama ancora una volta alla responsabilità di proseguire con ancora più determinazione il percorso della qualità e della valorizzazione del nostro patrimonio, dei tratti storici e della tradizione custoditi da millenni di dieta mediterranea.

I prodotti base della Dieta Mediterranea, sono gli stessi che arricchiscono e rendono unico il paniere agroalimentare italiano: su tutti l’olio extravergine d’oliva, ma poi gli ortaggi, la frutta, il grano ed il vino. È la tavola imbandita del contadino, con i suoi tempi e i suoi rituali, che si rivela, con questo riconoscimento, essere straordinariamente moderna, anzi senza tempo e dunque destinata all’immortalità. Trattasi di alimenti che rischiano l'italianità come l'olio extravergine di oliva che oltre i benefici sulla salute, ha consentito nei millenni uno sviluppo eco-sostenibile, come la salvaguardia dei territori dal dissesto idrogeologico, grazie agli uliveti piantati sui pendii delle colline, nei punti più impervi, consentendo anche al decoro del paesaggio italiano.

Quella della dieta mediterranea è una storia curiosa e un po' paradossale. Tutto è iniziato negli anni cinquanta quando Ancel Keys, uno scienziato americano della Scuola Pubblica di Alimentazione dell'Università del Minnesota, viene in vacanza in Italia e si accorge di un fatto sconcertante: i"poveri" dei paesini sperduti del Sud Italia, quelli che mangiavano ancora pane, cipolla rossa di Tropea e pomodoro, erano molto più sani non solo dei cittadini di New York, ma anche dei loro stessi parenti emigrati ormai da tempo negli Stati Uniti. I risultati hanno messo in evidenza che l'alimentazione moderna (nord-europea e nord-americana), ricca di zuccheri e grassi animali, porta all'insorgenza delle malattie da abbondanza (diabete, tumori, ecc.), mentre, con la dieta mediterranea , l'incidenza di tali malattie diminuisce moltissimo.

Il valore nutrizionale della dieta mediterranea è dimostrato scientificamente dal celebre ‘studio dei sette Paesi’. – ha spiegato Antonino De Lorenzo, professore ordinario di nutrizione e alimentazione all’Università ‘Tor Vergata’ di Roma - I ricercatori misero a confronto le diete adottate dalle popolazioni di sette Paesi in nazioni diverse per verificarne benefici e difetti; il risultato dichiarò che il regime alimentare migliore era quello degli abitanti di Nicotera, in Calabria, fedeli seguaci, appunto, della dieta mediterranea.

La gente di Nicotera , in Calabria, di Montegiorgio nelle Marche e gli abitanti delle coste e vallate della Campania avevano un tasso molto basso di colesterolo nel sangue e una percentuale minima di malattie di cuore. 
Ma la prova che era proprio il loro semplice modo di mangiare (fondato sull' olio d'oliva di frantoio, sul pane e la pasta ancora fatti in casa, su aglio, cipolla rossa, erbe aromatiche, tante verdure e poca carne).

E' un paradosso che oggi, le regioni "patrie" della Dieta, come la Calabria e la Campania, hanno il record dell'obesità infantile, frutto della globalizzazione e di diete importate o "imposte" dalla televisone statale e commerciale. La Dieta Mediterranea rischia l'estinzione e con essa anche la produzione italiana di alimenti che sono i pilatri della dieta stessa.

Una grande opportunità che va colta responsabilmente da tutta la filiera olearia italiana: gli alimenti della dieta mediterranea sono gli stessi che portano in giro per il mondo quel Made in Italy così ricercato ed apprezzato, ed il cui peso economico all'interno della nostra produzione agroalimentare, significativamente importante, va difeso e rafforzato attraverso una campagna di comunicazione volta al consumo consapevole di alimenti prodotti in Italia, nel rispetto della tradizione contadina, che tanto ha dato al Made in Italy.


Consulta la sezione "Ricette" dove troverai numerose ricette semplici e gustose.