L’altezza è mezza bellezza / qualità per l’olio di oliva.

Maggiore è l'altezza (o meglio l'altitudine)  dell'olivo, maggiori sono i benefici del suo olio EVOO.

Secondo una ricerca, pubblicata da Scienze Direct, effettuata in diverse regioni olivicole del Brasile e della Spagna, sull'olio extravergine d'oliva, è emerso che fattori climatici e geografici hanno influenza sulla composizione della frazione minore dell'olio EVOO (olio extravergine d'oliva) prodotto.

I ricercatori hanno trovato una forte correlazione tra altitudine, temperatura e precipitazioni e il livello di queste sostanze chimiche negli EVOO.

Dalla ricerca è emerso che maggiore è l'altitudine dove l'olivo è situato, più alti sono i livelli di CoQ 10 (Coenzima Q 10), tocoferoli e composti fenolici dell'olio prodotto e, quindi, più benefici per la salute dei consumatori di olio EVOO, dal momento che sono tre antiossidanti riconosciuti con proprietà antinfiammatori e antitumorali.

Durante la ricerca sono stati analizzati alcuni componenti bioattivi minori (CoQ 10, tocoferoli e composti fenolici) per l'olio EVOO (di seguito EVO..)ottenuto dalla cultivar Arbequina provenienti dal Brasile e da ben 11 regioni della Spagna.

I fattori climatici e geografici delle zone di produzione hanno fortemente influenzato la composizione della frazione minore; sono stati osservati rapporti positivi tra altitudine e livello di CoQ 10 , tocoferoli e composti fenolici degli oli, mentre è stata trovata una correlazione negativa con le piogge.

Si evidenzia che sono stati osservati rapporti positivi con l'altitudine e negativi con piogge, infatti secondo la ricerca, gli EVO di Grenada (in Spagna), con livelli più bassi di precipitazioni, avevano i livelli più alti di CoQ10 a 85,3 mg / L e gli EVO di Rio Grande do Sul (nel Brasile), con il più alto livello di precipitazioni, avevano i livelli più bassi a 49,5 mg / L.

La dose giornaliera consigliata di CoQ10 per gli adulti è compresa tra 100 e 200 mg, rendendo l'EVO una ricca fonte di antiossidante.

Secondo quanto pubblicato da Olive Oil Times, Isabel Seiquer, principale ricercatore dello studio, afferma che "quando abbiamo analizzato le possibili ragioni di queste correlazioni, abbiamo scoperto che c'era un'influenza significativa dei parametri climatici e geografici delle zone di produzione nella composizione degli oli" , aggiungendo che "sono state osservate relazioni positive tra l'altitudine e il livello di CoQ10, tocoferoli e fenolici, nonché correlazioni negative con le precipitazioni".

Isabel Seiquer spera che i risultati di questo studio contribuiranno ad influenzare dove vengono coltivati ​​nuovi oliveti al fine di massimizzare il valore nutrizionale dell'olio EVO.

Questi risultati confermano che gli EVO sono una delle migliori fonti naturali di CoQ10 dietetico.

1 Risposta

  1. Interessante ricerca, che vale la pena approfondire ed estendere in altre zone di produzione e cultivar differenti.
    Ci sono molti altri fattori che possono influenzare la composizione degli oli, anche l’estrazione e la conservazione dell’olio interferiscono nel contenuto di polifenoli.
    Appena possibile sarà pubblicato un nuovo articolo dopo la lettura completa della ricerca.

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento