L’olio nella dieta mediterranea

LONGEVITA' SICURA SE FEDELI A DIETA MEDITERRANEA

olio(ANSA) - ROMA, 8 APR 2005 - Lunga vita 'con' la dieta mediterranea.
Uno studio pubblicato sul British Medical Journal eseguito su quasi 75.000 uomini e donne sani, di 60 anni o piu', arruolati in nove paesi Europei ha dimostrato che si vive di piu' seguendo questo tipo di dieta. 

La ricerca e' stata coordinata da Antonia Trichopoulou, del Dipartimento di Igiene ed Epidemiologia all'Universita' di Atene.

Secondo i ricercatori sono Spagna e Grecia i paesi che piu' di tutti traggono giovamento da questa dieta, caratterizzata da un elevato consumo di frutta, verdura e cereali, moderato consumo di latticini e carne, un consumo medio-alto di pesce, grassi insaturi come quelli contenuti nell'olio d'oliva, poco alcol e soprattutto vino.
I ricercatori hanno passato in rassegna una vasta mole di dati relativamente a stile di vita, malattie, fattori ereditari e tipo di dieta seguita dal campione.
Elaborando i dati gli epidemiologi, che hanno stabilito una scala di valori per misurare il grado di aderenza alla dieta mediterranea, hanno trovato che maggiore e' il punteggio raggiunto su questa scala minore il tasso di mortalita' registrato.

olio extravergine

Il nesso tra grado di aderenza allo stile alimentare mediterraneo e la longevita' e' tale per cui ogni aumento di due punti sulla scala di aderenza alla dieta coincide con una diminuzione dell'8 per cento del tasso di mortalita'. Un aumento dell'aderenza alla dieta mediterranea di tre e quattro punti corrisponde a una diminuzione del tasso di mortalita' dell'11 e del 14 per cento rispettivamente.
Il nesso tra grado di aderenza allo stile alimentare mediterraneo e la longevita' e' tale per cui ogni aumento di due punti sulla scala di aderenza alla dieta coincide con una diminuzione dell'8 per cento del tasso di mortalita'. Un aumento dell'aderenza alla dieta mediterranea di tre e quattro punti corrisponde a una diminuzione del tasso di mortalita' dell'11 e del 14 per cento rispettivamente.
Quindi per esempio un uomo sano di 60 anni fedele alla dieta mediterranea (6-9 punti sulla scala di aderenza) vivra' in media un anno in piu' di un coetaneo che non segue questo regime alimentare a parita' di altri fattori.
L'associazione dieta-longevita' e' spiegabile secondo gli esperti di Atene considerando che la nostra dieta fornisce un apporto non indifferente di antiossidanti, che neutralizzano i danni cellulari prodotti dai radicali liberi.
Quindi la fedelta' ai sapori tipici della nostra dieta premia garantendo un'aspettativa di vita maggiore, per cui restare fedeli alle tradizioni culinarie del nostro paese e' un comportamento particolarmente appropriato per gli anziani, peraltro in rapido aumento in Europa.

La cucina italiana è una delle espressioni di cultura più profonde del nostro Paese, essa racchiude la storia e la vita dei suoi abitanti, si diversifica da regione a regione, da città a città, da paese a paese.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento