Banner

Login

Separatore di nocciolino

Venerdì 11 Gennaio 2008 03:40
Questo contenuto e' stato letto: 54464 volte   
separatore.gifIl separatore di nocciolino di sansa di oliva, una scelta di acquisto per chi gestisce un frantoio. Alcuni dati a confronto per decidere se è il caso di iniziare questa nuova fonte di guadagno per il frantoiano, nata dalla sempre più numerosa richiesta di utilizzo di biomasse utilizzate per la produzione di energia o calore.
Sono circa 2 milioni di tonnellate i sottoprodotti che i frantoi oleari Italiani producono  di cui almeno i 2/3 sono costituiti da acque di vegetazione (refluo liquido), e il rimanente da sansa vergine (refluo solido).
  • Le acque di vegetazione sono costituite da:
    liquido separato per centrifugazione (decanter) dal mosto oleoso, acque di diluizione delle paste eventualmente usate negli impianti continui per agevolare l'estrazione dell'olio (fattore legato al tipo di metodo di estrazione adottato, vedi funzionamento frantoio), e acque utilizzate per il lavaggio delle olive e delle attrezzature presenti in frantoio.
  • La sansa vergine è costituita da:
    una parte fibrosa del frutto e dai frammenti di nocciolo e contiene una quantità molto variabile di acqua di vegetazione AV (fattore legato dal tipo di metodo di estrazione adottato, vedi funzionamento frantoio ->).

Nocciolino di oliva Qui di seguito cercheremo di fare una analisi sul possibile rendimento economico che si potrebbe ottenere (periodo considerato quattro anni), con l'acquisto di una macchina di separazione del nocciolino di oliva.

La macchina per l'estrazione del nocciolino di sansa (denocciolatore di sanse).

Il rendimento in nocciolino dei separatori:

I dati dichiarati dalle diverse aziende costruttrici di queste macchine, al di la della capacità di q.li/h sansa vergine lavorata, e di circa 15 – 25 Kg./q.le di nocciolino ottenuto, proveniente dal sistema “due fasi” e di poco superiore con il sistema a “tre fasi” (consulta  funzionamento frantoio a ciclo continuo ->).
La sansa vergine del sistema a “tre fasi” viene addizionata di acqua di vegetazione o, in qualche Frantoio, di acqua pulita, per fluidificarla e facilitare la separazione mentre per la due fasi non vi è necessità di aggiungerne.
Il nocciolino di sansa vergine di oliva che si ottiene da queste macchine separatrici è generalmente con umidità intorno al 20%, naturalmente prima di essere venduto, si asciuga parzialmente. Un ottimo prodotto è vendibile con umidità intorno al 12%
La sansa che rimane (polpa) dopo il passaggio dentro queste macchine separatrici di nocciolo è bagnata con umidità del 70-80% (quindi inaccettabile dai sansifici), questo accade su macchine separatrici che hanno bisogno di ulteriore addizione di acqua per avere un rendimento concreto. La sostanza rimanete ulteriormente essiccata è per il 70% sostanza organica (oggi utilizzata anche come integratore nell'alimentazione zootecnica, estrazione di composti per usi cosmètici o farmaceutici, impiego agronomico per la fertilizzazione in pieno campo o la realizzazione di substrati vivaistici).

Le ultime macchine separatrici.

La tecnologia anche in questo caso avanza in fretta e le ultime macchine presentate sul mercato assicurano un rendimento alto senza aggiungere o quasi acqua per aumentare il rendimento anche nei frantoi che utilizzano il sistema di estrazione olio a "tre fasi".

Ipotesi, costi e ammortamento annuale:

Dati tecnici medi di una macchina separatrice di nocciolino dal costo di 13.000 €+iva

Capacità sansa vergine trattata: 10 - 12 q.li/h
Consumo energetico:
15kw – asso. mas. 18kw
Rendimento in nocciolino
: min. 12% mas. 20%


Si stima che per ipotesi si utilizzi la macchina separatrice nocciolino per 4 anni senza rotture sostanziali da renderla inutilizzabile e quindi da sostituire o revisionare.
Facciamo esempio di voler trattare la sansa ottenuta da 15.000 q.li di olive molite in un anno (che corrispondono mediamente a: 15.000qli x 0.48 = 7.200 q.li sansa vergine),  il risultato economico potrebbe essere il seguente.

Costi:

  • Costo energia: Kw 15 x €/kwh 0,12rif. costo medio x ore lavoro 750 = 1.350€
  • Costo separatore: 13.000€ : 4anni = 3.250€
  • Costo manodopera: non viene considerata specialmente se si ha la possibilità di inserire il separatore in linea sulla coclea della sansa vergine = 0€
  • Costo Manutenzione: macchine in garanzia (esclusi le parti soggette a naturale usura) = 0€
  • Costo di coclee: per il trasporto della sansa esausta e del nocciolino ottenuto = non considerate fattore che dipendente dal tipo di adattamento al singolo frantoio.
  • Costo imprevisti e ordinaria manutenzione: 2.500€ che spalmato su 4 anni = 2500€ : 4anni = 625€

Ricavi annuali:

  • Su 7.200 q.li sansa vergine x 0,15 rendimento medio% = 1.080 q.li nocciolino.
  • 1.080 q.li nocciolino x €/.q.le 13 prezzo medio all’ingrosso = 14.040€

Spesa totale = 5225€

Rimangono, dopo l’ammortamento, 8.815€/anno*

*Attenzione, se il dato in se può essere interpretato positivamente, bisogna tener presente e aggiungere i costi, che su non sono stati indicati, i quali sono: montaggio, tramogge, coclee, tubazioni ecc. Questi costi aggiuntivi possono incidere mediamente per 4.000€ - 6.000€ per singola macchina separatrice installata. A questi va aggiunto l’eventuale mano d’opera impiegata per il controllo del processo e dal pieno impiego del motore elettrico principale (potenza assorbita totale).

E’ molto importante quindi per il frantoiano tenere in considerazione quanto su esposto in precedenza e trarne le dovute conclusioni.

Si evidenza: che rimane vitale lavorare molti quintali di sansa e che il rendimento in nocciolino dei separatori è molto variabile, si va: dai circa 12 – 20 Kg/q.le di sansa trattata proveniente dal sistema a “due fasi” e di poco superiore con il sistema a “tre fasi”.

Aziende, fabbriche, costruttori di macchine separatrici di nocciolino
Spazio Banner pubblicità disponibile

Commenti (24)
Separatore di nocciolino da 50 q.li/h
Scritto da Mauro, il 15-01-2008 21:01
Interessante articolo complimenti! 
Volevo sapere se esistono Separatori di nocciolino con capacità superiore a 50 q.li/h. 
Sarei interessato ad inserirne uno in linea nel mio oleificio che lavora circa 60 q.li/h di olive. 
Ciao e grazie.
separatore di nocciolino
Scritto da giacomo, il 24-01-2008 11:26
quali sono le aziende produttrici di separatori di nocciolino? 

si puo montare su un impianto a tre fasi?
contatti
Scritto da Michele, il 24-01-2008 12:24
volevo avere dei contatti delle varie aziende che mettono in commercio il \'separatore di nocciolino di sansa\'. 
grazie.
Separatore nocciolino su impianto a tre
Scritto da Franco, il 24-01-2008 16:51
Ciao Giacomo, certo che si può montare su un impianto a tre fasi, su questa tipologia di impianto si ha una resa maggiore.
aziende produttrici di macchine per nocc
Scritto da giacomo, il 04-02-2008 06:30
vorrei avere info su aziende produttrici di macchine per nocciolino
conviene il separatore
Scritto da carlo, il 15-02-2008 13:03
per una produzione annua di 4000 quintali circa di olive molite è conveniente il separatore di nocciolino in un sistema a tre fasi
Il separatore
Scritto da Franco, il 17-02-2008 12:26
Ciao Carlo, secondo me sei al limite di convenienza per acquistare il separatore di nocciolino con 4000 quintali di olive, infatti otterrai circa 300 quintali di nocciolino pulito che se venderai mediamente a 15 euro al quintale otterrai circa 4500 euro. 

Insomma prima di decidere, fai i tuoi calcoli e poi decidi.
Estrazione nocciolino su sansa di franto
Scritto da Marco, il 04-03-2008 15:39
Il nocciolino può essere estratto anche da sanse prodotte in un frantoio tradizionale? I macchinari utilizzati per l'estrazione sono gli stessi che vengono adoperati nei frantoi a estrazione centrifuga ?
Estrazione nocciolino da frantoi tradiz.
Scritto da Staff Frantoi Online, il 05-03-2008 08:30
Egregio Sig. Marco, il nocciolino non può essere estratto da sanse prodotte in un frantoio tradizionale. 
I macchinari utilizzati per l'estrazione non sono gli stessi che vengono adoperati nei frantoi a ciclo continuo (decanter).
10 estrazione nocciolino
Scritto da pino, il 03-04-2008 20:14
Caro Marco per sentito dire esiste una macchina che estrae il nocciolino dal frantoio tradizionale e da quello continuo tre fasi senza aggiunta di acqua .E' una macchina costruita dalla ditta Primerano
11 Separa il nocciolo
Scritto da Jech, il 14-04-2008 11:08
Puoò essere abbinata a qualsiasi tipo di impianto :?
12 separatore a secco
Scritto da andrea, il 15-04-2008 15:24
Ciao complimenti per il sito e per le informazioni molto dettagliate. Io ho una domanda vorrei sapere se qualcuno ha provato la macchina della ditta Primerano, funziona veramente a secco??? Che differenza c'è con quella della ditta Di Biasi??? 
Qualcuno le ha testate??? 
Grazie e ancora complimenti
13 La Polpa
Scritto da giulio, il 18-04-2008 12:20
mi sono documentato bene sulle macchine del nocciolino ma il problema resta sul discorso della polpa, cosa fare dopo? i sansifici non la vogliano pagare anche se essi traggono lo stesso l'olio ecc... 
qualcuno ha notizie più dettagliate.
14 separa nocciolino
Scritto da pino, il 18-04-2008 19:19
Scusate per il ritardo , ma credo che per verificare se la macchina primerano funziona come dicono se è possibile effettuare delle prove cosi ci possiamo togliere tutti i dubbi .
15 Estraz. nocciolino da frantoio tradizion
Scritto da Marco, il 02-05-2008 17:27
@ Staff Frantoi Online 

Prima di tutto grazie della risposta. So bene che i macchinari x estrarre l'olio sono diversi. Sono stato alla fiera di Lanciano la scorsa settimana e ho avuto modo di parlare sia con i responsabili della DItta Primerano, sia con quelli della ditta Clemente. 

Entrambe mi hanno confermato la possibilità di estrarre noccilino da sansa prodotta in un frantoio tradizionale. Inoltre, come scritto dal SIg. Pino, i primi riferiscono che l'estrazione è possibile senza aggiunta di acqua. 

C'è da dire che il prezzo della macchina (dopo un veloce sondaggio) è circa il doppio di quelle che lavorano con aggiunta di acqua.
16 Sansa dopo estrazione nocciolino
Scritto da Marco, il 02-05-2008 17:32
@ Giulio 

Proprio ieri il sansificio cui vendo la sansa mi ha confermato che la sansa dopo averne estratto il nocciolino non è lavorabile (manca il drenaggio) e quindi non la prenderebbero neppure gratis. 

:cry
17 sansa
Scritto da Andrea, il 06-05-2008 13:53
Io credo che se le prestazioni di un denocciolatore sono elevate cioè più del 30% la produzione di biomassa diventa strategica e molto interessante come reddito integrativo o combustibile per la produzione di energia/calore che è utilissima in un frantoio. La sansa denocciolata poi può essere tranquillamente avviata a nuove ed interessanti utilizzi come mangime,fertilizzante o ancora combustibile ecologico nei maledetti termovalorizzatori, è comprensibile che se non esiste una rete o un sistema che è in grado di creare queste nuove economie, da solo il piccolo frantoiano può poco. Io credo inoltre che se il processo di denocciolatura PUO' AVVENIRE veramente a secco si presenta un nuovo vantaggio cioè le economie derivate dalla minore spesa di acqua e il vantaggio ecologico di una minore quantità di liquidi di lavorazione da smaltire. Io propongo quindi di ragionare su questi punti e di approfondire le ragioni e le diffidenze del mercato. P.S. dalle mie parti in toscana ci sarà una fiera dedicata al settore si chiama MEDOLIVA(AREZZO) , ho visto che ci sono sezioni dedicate alle tecnologie può essere utile verificare le ipotesi di sviluppo del nocciolo di sansa. 
ciao
18 Novità??
Scritto da Andrea, il 29-05-2008 09:43
Nessuna novita??? 
Io sono stato a Medoliva ho visto i vari stand e anche il separatore a secco. Qualcuno ci è stato??
19 ATTENZIONE!!! IMPORTANTISSIMO!!!
Scritto da Franco, il 02-10-2008 14:46
ATTENZIONE!!! 

Mi sono informato ed esiste un grosso PROBLEMA, i sansifici non possono ritirare la sansa denocciolata per motivi di lavorazione interna e soprattutto perchè considerata un rifiuto dalla normativa CE. 

Pertanto credo che per liberarsene vada pagato un tot a kg. alle ditte di smaltimento. Il conto non torna piu'... 

Teniamoci aggiornati. 

Franco
20 D.G.R. del 2 agosto 2006
Scritto da Marco, il 02-10-2008 16:01
Ciao Franco! Credo sia utile per tutti citare la normativa CE che tu dici. In ogni caso la sansa denocciolata se non viene ritirata dal sansificio si può comunque eseguire lo spandimento controllato sul terreno cosi come previsto dalla normativa Il D.G.R. del 2 agosto 2006, consente lo spargimento controllato. sul terreno delle acque di vegetazione e della sansa umida nei. limiti di 50 e 80 m3/ha rispettivamente per frantoi a ciclo tradizionale e frantoi a ciclo continuo.
21 TRATTAMENTO E UTILIZZO DI VARI TIPI DI S
Scritto da PIETRO, il 23-11-2008 04:34
GRADIREI SAPERE COME INIZIARE QUESTA ATTIVITA', COSA SERVE, QUANTO CAPITALE, PERSONALE, MACCHINARI, ETC. 
GRAZIE!!
22 Scritto da capirosca, il 27-11-2008 11:07
poreste dirmi quanto costa la sansa al quintale? 
non sarebbe meglio fare un centro che si occupa solo di questo prelevando magari da più frantoi? Lo smaltimento della polpa va ben pensato è può essere una risorsa. 
In puglia qulcuno sa quanto va la sansa al quintale?
23 nocciolino
Scritto da umberto, il 05-12-2008 18:28
vorrei avviare un'attività che finalizzi esclusivamente alla vendita del nocciolino, che ormai va molto nella mia zona (cilento) ma come fare per disfarmi dei residui..... perchè non formiamo un'asociazione e vediamo di smaltirla con i termovalorizzatori ? conosco gente del settore
24 Ci sono anche io
Scritto da Colonna, il 09-12-2008 13:57
Ciao Gente, decidiamoci e cerchiamo di iniziare quest cammino che secondo me può essere redditizio
Scrivi Commento
  • Si prega di inserire commenti riguardanti l'articolo.
  • Commenti ritenuti offensivi verranno eliminati.
  • E' severamente vietato qualsiasi tipo di spam. Cose del genere verranno cancellate.

ATTENZIONE AVVISO
Scritto da Staff FrantoiOnline, il 09-01-2009 16:00

Si avvisano i lettori che i commenti inviati per questo articolo non saranno più pubblicati.

Se vuoi lasciare un commento vai al nostro Forum, clicca sul link sottostante:

FRANTOI Tipologie e sistemi di lavorazione->

 
Non sei riuscito a trovare quello che cercavi?
Suggerisci un nuovo prodotto al nostro staff tecnico.
La tua azienda-prodotto non compare in questa sezione del sito?
Contatta il nostro ufficio commerciale. Un team di consulenti esperti e qualificati sarà lieto di analizzare insieme a te la scelta più adatta alle tue esigenze.