Marche famose di olio extravergine sotto test dall’università della California

molazze-olioAll’Olive Center dell’Università di California, nel mese di Luglio, sono stati sottoposti ad analisi chimica e sensoriale, 19 campioni di olio etichettati come extravergini di oliva di cui 10 californiani e 9 importati tra questi anche marche famose italiane.


Sembrerebbe che dai test effettuati sia a livello chimico che sensoriale, con l’ausilio di due panel di assaggio, uno statunitense e uno australiano, alcuni oli extravergini (venduti sugli scaffali dei supermercati) sono stati declassati a semplici oli vergini.

Il risultato di questi test è stato pubblicato il mese scorso e i dati pubblicati sono sorprendenti: il 69% degli extravergine importati pur avendo parametri chimici nella norma non ha superato la prova organolettica. Ricordiamo che un olio per fregiarsi della denominazione di
extravergine non può avere alcun difetto. La valutazione organolettica è obbligatoria per legge prima di immettere il prodotto sul mercato, per questo motivo dai risultati del test dell’Olive Center l’olio è stato declassato a semplice olio vergine in quanto sono stati riscontrati difetti organolettici.

Tra gli oli importati, figurano nomi eccellenti del Made in Italy, Carapelli, Bertolli, Colavita e Filippo Berio. Nemmeno il marchio spagnolo Star ha superato la valutazione degli assaggiatori del panel test. Viceversa tra gli oli californiani solo il 10% è stato declassato a olio vergine. La pubblicazione dei risultati di questo test inclusi i nomi dei marchi degli oli declassati, con le relative tabelle e gli approfondimenti, li trovate sul sito http://www.olivecenter.ucdavis.edu

Link diretti del test in lingua originale:
http://www.olivecenter.ucdavis.edu/news-events/news/files/olive%20oil%20final%20071410%20.pdf
http://www.olivecenter.ucdavis.edu/news-events/news/files/oliveoilappendix071510.pdf

Anche la rivista il salvagente, in edicola dal 26 agosto al 2 settembre 2010, riporta la notizia “Storia di copertina: "Extravergine italiano non basta il nome Un test declassa nove oli industriali”.
Una sintesi del report si può consultare al seguente indirizzo:
http://www.ilsalvagente.it/

In questi ultimi anni stiamo assistendo a una battaglia commerciale di dimensioni globali non è infatti la prima volta che vengono pubblicati test su oli extravergini e molto spesso vengono attaccati marchi italiani. Nel 2005 un comunicato della rivista Merum aveva avviato una ricerca di mercato nella quale era riuscita a dimostrare che la maggior parte degli "extra vergine" venduti sugli scaffali tedeschi è di qualità scadente (leggi articolo). 
Nel Gennaio del 2010 la trasmissione televisiva svizzera “A bon entendeur” in onda su TSR ha realizzato un test comparativo su 11 bottiglie di olio  extra vergine di oliva, selezionate tra quelle vendute nei supermercati, in questo caso gli oli italiani tra iquali alcuni con il marchi DOP sono stati quasi tutti promossi al prestigioso grado di extravergine (leggi articolo).


Comment questo articolo vai al nostro FORUM OLIO EXTRA VERGINE

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento