Olio di oliva e malattie dermatologiche

olive-verdiAppuntamento domenica 28 novembre  per un altro incontro di Olio&Salute. La dr.ssa Chiarion né discuterà con un dermatologo dell’Università di Firenze


E’ tempo di olio extravergine di oliva: come tutti gli anni, nell’ambito della rassegna OLIOINTAVOLA (che si tiene a Castelnuovo di Subbiano, alle porte di Arezzo), si parlerà non solo di coltivazione, trasformazione ed imbottigliamento dell’olio extravergine di oliva ma anche di salute. Nell’Angolo dedicato alla salute curato dalla dr.ssa Chiarion, domenica 28 novembre alle ore 15  interverrà Vincenzo de Giorgi del Dipartimento di Scienze Dermatologiche dell’Università di Firenze sul tema << L’Olio extravergine di oliva & malattie dermatologiche >>.

La dr.ssa Chiarion, che è un medico internista appassionato di olio extravergine di oliva, ha realizzato www.olioesalute.it, il primo sito web italiano nel quale coordina un pool di medici e veterinari per diffondere, anche attraverso interviste filmate ai grandi della medicina, le qualità benefiche dell’extravergine sui vari apparati dell’organismo.

<<Quest’anno – ci anticipa la dr.ssa Chiarion - ad OLIOINTAVOLA grazie alla presenza del dermatologo, potremo affrontare le qualità antinfiammatorie, antitumorali e cosmetiche dell’olio extravergine di oliva. Ci chiarirà come prevenire il danno ed i tumori cutanei indotti dalle radiazioni ultraviolette usando l’olio extravergine di oliva. Poi aspetto a gloria il prof. De Giorgi per chiarire una volta per tutte un dubbio che mi ha sempre assillato e cioè se è vero che Cleopatra inventò la prima crema antirughe utilizzando latte, incenso e bacche di ginepro mischiate ad olio extravergine di oliva. E soprattutto …. che risultati ottenne.>>

Nelle precedenti edizioni di OLIOINTAVOLA la dr.ssa Chiarion ha intervistato il cardiologo (Leonardo Gramigna) su Olio  e Malattie cardiovascolare  e lo psichiatra (Massimo Marchi) su Olio e invecchiamento cerebrale che hanno avuto grande successo di pubblico.

<<Venite a Castelnuovo – tiene a precisare la dr.ssa Chiarion- sarà un occasione per passare una domenica diversa e densa di sorprese , per assaggiare l’olio nuovo dei produttori della zona, per visitare il Frantoio durante la molitura e per imparare ad utilizzare, se vi rimane un po’ di tempo, l’olio anche lontano dalla tavola scoprendo così che è un sistema molto efficace per mantenere a debita distanza anche noi medici >>.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento