Testato agevolatore Guliver

Pubblicato il Test drive sull'agevolatore elettrico per la raccolta delle olive Guliver.
Le prove sono state effettuate nel periodo Novembre 2008 su due tipi di coltivazione diversa per tipologia e localizzazione delle cultivar

Agevolatore guliverUn fattore ormai divenuto indispensabile nella moderna olivicoltura e la raccolta meccanizzata delle olive. Numerosi studi a riguardo hanno dimostrato che tale operazione se praticata manualmente incide in maniera preponderante sui costi di produzione, con una media che si aggira intorno al 40-60%. Bisogna tenere in considerazione che la raccolta manuale delle olive, così come avviene tuttora in molte zone olivicole Italiane, può incidere anche sulla qualità finale del prodotto Olio di oliva.
Numerosi fattori di diversa natura spesso  rendono difficile una meccanizzazione integrale della raccolta delle olive, come, ad esempio, la localizzazione delle aziende in aree declivi (con pendenze che superano anche il 40% del terreno), le forme di allevamento non adatte, la ridotta dimensione aziendale ecc. Questi fattori determino l'impossibilità di diffondere in tutte le aree di coltivazione gli stessi sistemi di raccolta meccanizzata e nasce così l’esigenza di studiare quale sia la più adatta alle differenti condizioni operative.

Negli ultimi anni sono nati diversi sistemi di raccolta agevolata delle olive, molti di loro con caratteristiche abbastanza similari ma tutte con lo scopo di ridurre i costi di raccolta e limitare i danni sulla pianta di ulivo.

Guliver in opera, le prove svolte:
foto1 Lo staff di Frantoi Online ha effettuato le prove sul campo dell’innovativo sistema di raccolta agevolata Guliver. L’agevolatore Guliver pesa solo 900 gr è alimentato da una batteria autonoma da 12v alloggiata in un pratico contenitore con tracolla, e viene ricaricata mediante un alimentatore in dotazione, da collegare alla presa della corrente elettrica. Il sistema sfrutta due bracci contro rotanti che si attivano quando l’operatore fa stringere (azione simile a una pinza per lisciare i capelli) la chioma da trattare fra di esse.

Le prove sono state effettuate nel periodo Novembre 2008 su due tipi di coltivazione diversa per tipologia e localizzazione delle cultivar. Sono stati effettuati una serie di rilievi volti a determinare le caratteristiche degli alberi, all’interno di ciascun oliveto, sono state scelte sei o otto ulivi (cultivar Ottobratica, Ciciarello, Roggianella) con dimensioni degli stessi determinate tenendo in considerazione l’altezza, diametro e intensità della chioma e comunque cultivar di piccole o medie dimensioni.foto4
Tutte le fasi delle prove sono state effettuate all’interno di due oliveti differenti, nelle località Chiana e Vaccaro/Pedroso in provincia di (VV), con sesto d’impianto pari a  6x6 m. per il primo e 6x4 m per il secondo.
Durante le prove abbiamo fatto provare l'attrezzo anche a persone che non avevano mai avuto a che fare con attrezzature del genere (vedi video), l'obbiettivo è stato quello di osservare in quanto tempo si acquisisce velocità di utilizzazione e senso di intervento sul l'albero da trattare.

 

L’attrezzo sfrutta due bracci contro rotanti che accarezzando la chioma permettono il distacco delle olive presenti su di essa, durante l’utilizzo si è evidenziato subito la totale indifferenza dell’attrezzo nel distaccare dalla chioma interessata tutte le olive presenti, indifferentemente dalla loro resistenza al distacco, lasciando cadere solo il frutto senza danneggiare i rami.
Oltre alla estrema facilità di utilizzo, sono state notate da subito, la pulizia delle olive cadute, su di un telo predisposto prima dell’inizio delle operazioni, e la ridottissima presenza di rametti spezzati in confronto alle altre tipologie di agevolatori presenti sul mercato.
Dopo una breve panoramica sulla conformità dei rami presenti sull’albero e dopo aver acquisito una certa manualità dimestichezza di polso e la scelta di una forma più libera della chioma, ci si accorge subito la notevole riduzione del tempo di intervento per completare al meglio e senza perdite di tempo tutta l’operazione di raccolta.

Video

Conclusioni:
L’agevolatore elettrico Guliver è idoneo per l'utilizzo di operatori non professionali. Nel complesso è risultato un ottima soluzione per la raccolta delle olive su alberi di piccola/media taglia.
Un ottimo risultato si è raggiunto su piccoli alberi con poca intensità della chioma. Il suo utilizzo riduce il tempo utile e limita l'impiego di manodopera. Ottima la possibilità di svolgere il lavoro di una intera giornata (6-8 ore) sfruttando l'autonomia delle batterie in dotazione evitando soste per ricariche intermedie. Notevole risparmio di tempo si avverte a fine giornata quando ci si accorge non solo del risultato del raccolto raggiunto ma anche da come si presenta il prodotto che rimane quasi del tutto privo di ramoscelli e con poco fogliame. Va aggiunto che in condizioni di scarsa produttività delle piante o di vegetazione molto intensa, come effettivamente riscontrato su alcuni ulivi scelti per la prova, si possono riscontrare rallentamenti e di conseguenza un aumento del tempo d'impiego nel completare la raccolta di tutti i frutti.

I pregi:

  • facilità di utilizzo anche per operatori non professionali, e ottime prestazioni;
  • distacco di tutte le olive presenti sulla chioma;
  • non danneggia la pianta;
  • ottima pulizia del prodotto raccolto con ridottissima presenza di rametti spezzati;
  • ridotti tempi per raccolta sommata anche al fatto che il prodotto è quasi privo di rametti;

I difetti:

  • nel caso di vegetazione molto intensa sono stati riscontrati rallentamenti;
  • su alberi di una certa altezza e per raggiungere le chiome interne bisogna salire sull’albero o utilizzare una scala;

Ringraziamenti: Si ringrazia per la disponibilità, la concessione dei luoghi e la realizzazione di queste prove i signori: Francesco, Antonio, Giuseppe e Nino.


Consulta la scheda tecnica e i contatti per ⇒ l'agevolatore elettrico Guliver ->

Consulta la sezione ⇒ Test Drive olearie

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento