Verona Enolitech 2011, tecnologie olivicole ed olearie

enolitech 2011Le novità, raccontate dallo staff di FrantoiOnline.it, dal Salone Internazionale delle Tecniche per la Viticoltura, l`Enologia e delle Tecnologie Olivicole ed Olearie  “Enolitech 2011”.

Anche quest’anno l’Enolitech 2011 ha confermato la sua vocazione ad essere vetrina privilegiata delle aziende maggiormente orientate a investire in ricerca e innovazione tecnologica. Enolitech rappresenta un richiamo elevato di espositori e visitatori professionali che scelgono questa manifestazione come punto di riferimento per allargare il proprio mercato o trovare buone opportunità di acquisto.

Quest’anno abbiamo riscontrato che le più importati aziende italiane di macchine e attrezzature olearie non sono state rappresentate.

prius-230-minifrantoioIl primo incontro è avvenuto presso lo stand Polat, avevamo incontrato questa azienda presso la stessa manifestazione nel 2008 (vedi link) dopo tre anni la Polat, si ripropone al mercato Italiano partecipando all’ Enolitech 2011. La una novità più importante è stata la notizia che presto sarà aperta una sede in Calabria zona porto di Gioia Tauro.
Un particolare interesse dei visitatori presso lo stand di Polat, è stato rivolto al mini impianto oleario “Prius” (vedi foto a lato) un frantoio di piccole dimensioni (7m²) ma dal grande carattere, la macchina ideale per le piccole aziende agricole, che desiderano estrarre un olio extra vergine di alta qualità, con bassi costi di gestione.
Prius è il macchinario essenziale capace di produrre, a basse temperature, un olio ricco di polifenoli, grazie alla tecnologia del suo decanter a 2 fasi.
In tutti gli impianti Polat, grandi e piccoli, vengono utilizzati materiali di qualità, per esempio tutta la parte elettrica ed elettronica viene assemblata con componenti Siemens.
gramole-polat

Abbiamo fatto visita anche alla nuova RCM Rapanelli, che propone sul mercato i suoi mini frantoi della linea “GREEN LINE” (mini 70 e mini 130), mini-impianti oleari dalla linea accattivante e futuristica. RCM  vuol  dare,  con  questi  mini  frantoi,  una  risposta  alla  sempre  più pressante  domanda  di  chi  vuol  risolvere  da  solo  i  propri problemi  di produzione dell’olio di oliva.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento