Blocco importazione Olio di Oliva

I Giovani agricoltori calabresi richiedono blocco importazione olio di oliva

Comunicato stampa Associazione Giovani Agricoltori Calabresi:

Sono in corso di pubblicazione, all’Albo Pretorio del Comune di Maropati, dal 28-05-2019 al 12-06-2019 le delibere del Consiglio Comunale del 18 maggio 2019 n.23, con oggetto: “Richiesta blocco importazione olio di oliva” e n.22 “Crisi olivicoltura e salvaguardia dei piccoli produttori agricoli – Determinazioni”. Sulla delibera del Consiglio Comunale n.22, sarà emesso – tra qualche giorno – apposito comunicato stampa.

Le delibere sono state proposte, dall’Associazione Giovani Agricoltori Calabresi, mediante petizione popolare, sottoscritta da 461 cittadini, nel giro di pochi giorni.
Un particolare ringraziamento ai cittadini di Maropati e di altri Comuni, che hanno partecipato e sottoscritto la petizione, al Sindaco, alla Giunta Comunale, al Consiglio Comunale, per la solidarietà nei confronti degli olivicoltori.
La petizione è stata necessaria, poiché non è assolutamente possibile, dal punto di vista economico, coltivare gli uliveti, ovvero raccogliere le olive, quando, per una politica scellerata e cieca del GOVERNO, da due anni, HA CONSENTITO L’IMPORTAZIONE – DALL’ESTERO – DELL’OLIO DI OLIVA, senza alcun limite, con crollo del prezzo, per eccesso di prodotto.

E’ massiccia l’importazione dell’olio dall’Estero,

e pur in assenza della produzione olivicola nazionale e calabrese –ultima campagna olearia- il prezzo dell’olio di oliva lampante, all’ingrosso, sulla piazza di Gioia Tauro, da ottobre 2017 ad oggi, è diminuito di oltre il 50%
passando da 325,00 – 350,00 euro al quintale a 150,00 – 180,00 euro.

La legge ferrea del mercato prevede, diminuendo l’offerta, il prezzo del prodotto aumenta.
Nel caso dell’olio di oliva, si capovolge la regola del mercato: la produzione dell’olio di oliva diminuisce, il prezzo al kilogrammo, invece di aumentare, diminuisce.

E’ iniziata la fase operativa, di coinvolgimento di tutte le ISTITUZIONI, GLI ENTI LOCALI E, PRECISAMENTE:
1) interrogazione scritta, da parte del Sindaco di Maropati, AUTORIZZATO dal Consiglio Comunale, da presentare, ai sensi dell’articolo 123 del “Regolamento interno del Consiglio regionale”, approvato con Delibera del Consiglio regionale della Calabria n. 5 del 27 maggio 2005, al Presidente della Giunta Regionale, On.le Mario OLIVERIO, per il tramite del Presidente del Consiglio Regionale, On.le Nicola IRTO;

2) il Presidente della Giunta Regionale, nell’interesse della Calabria, dovrà fare propria la “Richiesta blocco importazione olio di oliva”, presentandola al PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, Prof. Giuseppe CONTE, al MINISTRO Per le Politiche agricole alimentari e forestali e del Turismo, Senatore Gian Marco CENTINAIO;

3) attivarsi presso i Comuni calabresi allo scopo di essere in molti, facendo propria la “Richiesta blocco importazione olio di oliva”, con l’obiettivo di coinvolgere gli altri Enti Locali, con richiesta di convocazione del Consiglio della Città Metropolitana di Reggio Calabria e del Consiglio Regionale della Calabria;

4) Il Comune di Maropati si attiverà, presso i Comuni della Provincia di Reggio Cal., allo scopo di convocare il Consiglio Metropolitano ed il Consiglio Regionale della Calabria, al fine di raggiungere il quorum minimo di tre Comuni, che abbiano, almeno, 10.000 abitanti;

5) richiederemo a tutti i Comuni della Provincia di Reggio Calabria, di intervenire presso:

• Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo;
• Presidente del Consiglio dei Ministri ;
• On.li Deputati e Senatori eletti nelle circoscrizioni calabresi;
• Presidente della Giunta regionale;
• Assessore Regionale all’Agricoltura;
• Presidente del Consiglio Regionale della Calabria;
• Consiglieri Regionali ;
• Sindaco Metropolitano di Reggio Calabria;
• Consiglieri Metropolitani di Reggio Calabria;
• Sindaci dei Comuni della Città Metropolitana di Reggio Calabria;
• Organizzazioni professionali agricole della Provincia di Reggio Calabria.

Per questi motivi, CHIEDIAMO AIUTO a tutti i calabresi e non, di non essere passivi e/o complici, restando indifferenti, poiché direttamente o indirettamente, siamo tutti interessati, e se in Calabria, nel Sud e Centro Italia, si coltiverà, l’ulivo, tutto dipenderà dalle decisioni che saranno prese dal GOVERNO e se saremo costretti, non per nostra scelta, di abbandonare la nostra terra, non dite –domani- non lo sapevo: è troppo tardi per rimediare.

VIVA LA CALABRIA, VIVA L’ULIVO.
Tritanti di Maropati
IL PRESIDENTE (Domenico GALLIZZI)

Fonte: www.calabriamagnifica.it

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento