primo

Qualunque argomento in tema oleario diverso dalle altre discussioni

Moderatori: foxhy, Paoloadm, ruby, torejeo

marcomdd
Messaggi: 1975
Iscritto il: gio gen 01, 1970 2:0 1 am
Località: (RM)

primo

Messaggioda marcomdd » mer feb 18, 2015 4:0 1 pm

Come da titolo , primo a scrivere nel forum varie. :mrgreen:
freccia
Messaggi: 907
Iscritto il: ven gen 25, 2013 7:0 1 pm

Re: primo

Messaggioda freccia » mer feb 18, 2015 5:0 1 pm

Marco sei sempre il migliore :D
non ti sei fatto trascinare nella baraonda
marcomdd
Messaggi: 1975
Iscritto il: gio gen 01, 1970 2:0 1 am
Località: (RM)

Re: primo

Messaggioda marcomdd » gio feb 19, 2015 8:0 1 am

freccia ha scritto:Marco sei sempre il migliore :D
Avevi dubbi ? :mrgreen:
freccia
Messaggi: 907
Iscritto il: ven gen 25, 2013 7:0 1 pm

Re: primo

Messaggioda freccia » gio feb 19, 2015 9:0 1 am

marcomdd ha scritto:
freccia ha scritto:Marco sei sempre il migliore :D
Avevi dubbi ? :mrgreen:
Assolutamente no :mrgreen:
gion73
Messaggi: 1541
Iscritto il: gio dic 30, 2010 4:0 1 pm

Re: primo

Messaggioda gion73 » mar feb 24, 2015 12:0 1 am

Approfitto dell'argomento generico per lanciare un input: cerchiamo di lanciare abbinando alla nostra efficace vendita del nostro primo prodotto, altre tipologie di cose che purtroppo stanno scomparendo: fichi secchi con mandorle, friselle, melanzane sotto olio, fave secche, fichi d'india, pomodori invernali, mandorle, ceci e altre tipicità del proprio territorio. E oramai del tutto scomparsa la tradizione di far seccare i fichi eppure abbiamo potenzialità enormi tra Puglia Calabria Sicilia e Sardegna. Confermo cosa mi diceva freccia riguardo all' unica fonte di approvvigionamento la Turchia. Non perdiamo le nostre tradizioni.
freccia
Messaggi: 907
Iscritto il: ven gen 25, 2013 7:0 1 pm

Re: primo

Messaggioda freccia » mer feb 25, 2015 2:0 1 pm

Ciao Gion
abbiamo toccato questo argomento telefoniocamente, commercializzare i prodotti tipici locali
è un problema credo piu' grosso di quello dell'olio, in quanto non potresti essere competitivo nei prezzi,e non illudiamoci di creare una nicchia di mercato come quella dell'olio, perche' sappiamo come andrebbe a finire,non puoi vendere i prodotti
ai vari rivenditori perche' ti dovresti mettere in regola con le norme sanitarie, mi fa rabbia ad esempio quando guardo
"Linea Verde" il programma di RAI1 la domenica,che fanno vedere che i pastori fanno ancora il formaggio nelle pentole di rame
e lo fanno stagionare nelle grotte sulle tavole, mentre nella realta' se non hai tutto l'occorrente in acciaio, pareti piastrellate, ecc.. ti mettono i sigilli per 6 mesi,
quindi come puo' un piccolo produttore portare avanti i vecchi frutti locali che i giovani sconoscono, mandare avanti le vecchie tradizioni, caro Gion lo stile di vita è cambiato anche per chi ha una certa eta' mi ricordo mia mamma comprava
le lenticchie dal contadino che aveva i terreni sabbiosi affinche' fossero piu' gustose, e poi per conservarle le metteva dentro le bottiglie di vetro,per ono dire dei vari prodotti biologici, quando vai dal fruttivendolo se vedi una mela con il verme non la compri, vai a scegliere la piu' bella,
il mio paese fino a 30 anni fa aveva il 30% di territorio coltivato a noccioleti, ora non è rimasto neanche l'1%, le nocciole
quest'anno al porto di Gioia Tauro sono arrivate dalla Turchia a 80 cent al kg, noi con quel prezzo non possiamo abbattere neanche i costi di raccolta,Giovanni il mondo è cambiato, non si puo' vivere di ricordi, anche se belli.
gion73
Messaggi: 1541
Iscritto il: gio dic 30, 2010 4:0 1 pm

Re: primo

Messaggioda gion73 » mer feb 25, 2015 3:0 1 pm

Hai ragione, inoltre quello che tu hai detto l'ho sostenuto in passato anche io.
Il problema è che, fra le tradizioni e la realtà ci sono oggi 100 anni di divario e più passa il tempo più il divario aumenta.
Non sto sostenendo che bisogna ritornare obbligatoriamente a fare il formaggio sulle tavole di legno, anzi se badi bene non esiste nemmeno la convenienza a barricare il vino in botti di legno (perché le botti costano nell'acquisto, nello smontaggio, pulizia e rimontaggio) sicuramente conviene più ospitare la scenografia ( e dire che ci sono) ma di qui alla produzione si è scoperto che conviene sicuramente barricare il vino in silos di acciaio buttandoci dentro i trucioli e la segatura di legno (e ti ho detto tutto).
Il consumatore non capisce niente, quello che conta è: l'immagine e le recensioni fatte su internet.
Prova a dire a un consumatore di andare a comperare un litro di latte in una masseria, vedi cosa ti risponde, (non ho tempo, piove, è lontano, è pesante, non si digerisce, non mi piace l'odore dell'ambiente, il parcheggio è un problema). Mandate i vostri bambini in masseria a respirare l'aria (dicono ancora tutti i medici) e vedete che li passera la bronchite.
Però mi da sconforto constatare che grazie alla nuova era commerciale chi sa non si deve esprimere e chi non sa può permettersi il lusso di dire di sapere perché "legge" su internet.
Poi ad un certo punto si svegliano la mattina e dicono, svegliatevi: il futuro è qui...........
freccia
Messaggi: 907
Iscritto il: ven gen 25, 2013 7:0 1 pm

Re: primo

Messaggioda freccia » mer feb 25, 2015 8:0 1 pm

C'è un abisso di differenza su chi sa perche' ha visto con i propri occhi, ha toccato con le proprie mani
e chi sa solo per aver sentito dire o ha appreso dai libri o da internet ecc.
è come chi ha imparato a conoscere l'olio solo sulla carta, e non si è mai sporcato le mani o
macchiato i vestiti,di questo liquido viscoso
olivo76
Messaggi: 136
Iscritto il: mar nov 06, 2012 6:0 1 pm

Re: primo

Messaggioda olivo76 » gio mar 05, 2015 3:0 1 pm

gion73 ha scritto:Approfitto dell'argomento generico per lanciare un input: cerchiamo di lanciare abbinando alla nostra efficace vendita del nostro primo prodotto, altre tipologie di cose che purtroppo stanno scomparendo: fichi secchi con mandorle, friselle, melanzane sotto olio, fave secche, fichi d'india, pomodori invernali, mandorle, ceci e altre tipicità del proprio territorio. E oramai del tutto scomparsa la tradizione di far seccare i fichi eppure abbiamo potenzialità enormi tra Puglia Calabria Sicilia e Sardegna. Confermo cosa mi diceva freccia riguardo all' unica fonte di approvvigionamento la Turchia. Non perdiamo le nostre tradizioni.
Giustissimo!!!! Anche vorremmo integrare con prodotti tipici ma per ora è poco più di un'idea...per pomodori invernali intendi i pomodori a filo?
Certo che ci stiamo ricodando un pò tardi di salvaguardare le nostre tipicità :-(
gion73
Messaggi: 1541
Iscritto il: gio dic 30, 2010 4:0 1 pm

Re: primo

Messaggioda gion73 » ven mar 06, 2015 11:0 1 am

Ed è vero, ma purtroppo è così.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite