Che cultivar impiantare?

Panorama varietale dell'olivicoltura - Cultivar nazionale - Le varie tecniche di coltivazione degli ulivi in Italia.

Moderatori: foxhy, Paoloadm, ruby, torejeo

Tenuta Badia Soc.Agric. a.r.l.
Messaggi: 2
Iscritto il: gio nov 12, 2009 6:0 1 pm

Che cultivar impiantare?

Messaggioda Tenuta Badia Soc.Agric. a.r.l. » gio nov 12, 2009 7:0 1 pm

Sto per effettuare un nuovo impianto di ulivi e vorrei sapere il vostro pensiero relativamente al cultivar da impiantare.

Premetto che siamo in pianura (Piana di Gioia Tauro), il terreno è particolarmente umido, di medio impasto, l'inverno è soggetto a gelate notturne.

In appezzamento limitrofo ho impiantato anni addietro il cultivar Ottobratico che va bene relativamente alla fruttificazione MA le radici si dendono particolarmente delicate e si spezzano facilmente come fossero di vetro facendo soccombere la stabilità della pianta quando ci sono venti forti.

Mi è stato detto che una cultivar alquanto rustica è la Roggianese e che inoltre ha una buona produttività ed una buona resa in olio.

Grazie per i consigli che mi darete
Franz Rodi-Morabito (addetto coltivazione Tenuta Badia soc. Agric. a.r.l.)
domaer
Messaggi: 168
Iscritto il: mer gen 10, 2007 10:0 1 am

Re: Che cultivar impiantare?

Messaggioda domaer » ven nov 13, 2009 5:0 1 pm

Ciao! La scelta del cultivar Roggianese non mi sembra tanto male. Questo cultivar è molto presente in provincia di Cosenza dove risulta molto apprezzato.
L'Albero di Roggianese è sufficientemente vigoroso con chioma folta, rustica ed adattabile a diversi ambienti. Frutti medio-piccoli, di forma sferica.
L'unica pecca secondo me è la resa in olio (naturalmente il fattore è relativo e tutto dipende dal terreno e dalle condizioni climatiche), dai dati tecnici si evince che raramente raggiunge il 18% di resa in olio.
La raccolta è tardiva e viene effettuata a fine Novembre inizio di Dicembre e pare che sia meno soggetta agli attacchi delle mosca dell'olivo. Il prodotto olio ottenuto presenta sapore amaro e piccante con leggero profumo fruttato di oliva.
In ogni caso, io ti consiglio di consultare un agronomo effettuando prima un analisi del terreno.

Ciao e buon lavoro
Tenuta Badia Soc.Agric. a.r.l.
Messaggi: 2
Iscritto il: gio nov 12, 2009 6:0 1 pm

Re: Che cultivar impiantare?

Messaggioda Tenuta Badia Soc.Agric. a.r.l. » sab nov 14, 2009 6:0 1 am

Ti ringrazio per le esaurienti notizie che ci hai fornito.

Ieri comunque ho saputo (non so se è vero) che esistono in commercio diverse varianti del clone originale della Roggianese (dicono 6 o 7) ed alcuni tipi non sono molto fruttiferi e sono biannuali, mentre altri sono annuali e molto prolifici.

Seguiremo senz'altro il tuo consiglio di fare una analisi del terreno e poi contattare un agronomo.

Qui, ripeto è molto diffuso l'ulivo (anche nella nostra stessa azienda ma nella parte collinare e/o sabbiosa) Ottobratico, Sinopolese, Ceciarello. Hanno tentato la Cassanese ed un'altra che mi sfugge, ma una delle due (peraltro raccomandata fortemente dagli organi regionali del settore) ha fallito: non fruttifica.
lello1962
Messaggi: 1
Iscritto il: lun nov 16, 2009 10:0 1 pm

Re: Che cultivar impiantare?

Messaggioda lello1962 » lun nov 16, 2009 10:0 1 pm

Buongiorno, sono interessato a piantare un centinaio di piante di ulivo, io abito in irpinia ad una altitudine di circa 800-900 metri s.l.m. Quindi abbiamo estati molto calde e asciutte, inverni decisamente rigidi, il terreno è un misto tra tufo e terra nera. Quali potrebbero essere le varietà migliori da piantare ed inoltre mi è stato detto che non è corretto usare pali di castagno perchè a causa del rilascio di acido potrebbero nuocere le radici dell'ulivo. Vi sarei molto grato se potreste fornirmi anche eventuali costi e indirizzi di un buon vivaio per l'acquisto.

Grazie
foxhy
Messaggi: 138
Iscritto il: mar gen 09, 2007 9:0 1 pm

Re: Che cultivar impiantare in Irpinia?

Messaggioda foxhy » mer nov 18, 2009 7:0 1 pm

Se non ricordo male il cultivar più diffuso in quelle zone è "Ravece".
Una varietà autoctona, abbastanza diffusa nella provincia di Avellino, soprattutto nell’Ufita. Capace di resistere alle gelate ed alle nevicate, invernali e primaverili.
Pianta di media vigoria, maturazione tardiva rispetto alle altre varietà (esempio ogliarola o frantoio) molto apprezzata per la sua produttività e per l’elevata qualità dell’olio con resa piuttosto contenuta 15 - 16 %.
Dicono molti testi che dalla Ravece si ottiene un olio molto fruttato con sentori di pomodoro, carciofo, erba; equilibrato e di forte struttura, di colore giallo con riflessi verdi, con sensazioni di amaro piccante. Secondo me andrebbe bene questa....ma ti consiglio di consultare un esperto della tua zona.

Altre cultivar diffuse un po su tutto il territorio campano sono:
Ogliarola, Marinese, Olivella, Ruveia, Vigna della Corte, Leccino, Frantoio infine ortolana (detta “melella” note per l'aromatiche che induce nell’olio)

Per quanto riguarda i pali di di castagno non so dirti niente, io di solito utilizzo quelli che ricavo dalla potatura di piante di ulivo.
bud
Messaggi: 3
Iscritto il: mar dic 29, 2009 4:0 1 pm

Re: Che cultivar impiantare?

Messaggioda bud » mar dic 29, 2009 4:0 1 pm

ciao tutti mi accingo ad impiantare un oliveto di un centinaio di alberi.io vivo in sardegna e qua il cultivar che va di più e la Bosana (o algherese),pero dopo un anno passato in spagna dove di oli buoni se n'è assaggiato abbastanza volevo sapere se cultivar spagnoli come il PICUAL o la HOJIBLANCA potevano andare in questa zona.anche perche da quello che so il picual è un cultivar con una grossissima resa.
grazie,
iz8gok
Messaggi: 3
Iscritto il: lun ott 17, 2011 12:0 1 am

Re: Che cultivar impiantare?

Messaggioda iz8gok » lun ott 17, 2011 10:0 1 pm

Salve, posseggo circa 1 ettaro di terreno a 900 mt slm nell'alto Fortore (BN) e vorrei impiantare una cultivar che sia resistente al vento, al freddo, neve e gelo. Da premettere: è un terreno argilloso in lieve pendenza rivolto a sud, sempre ventilato e la coltivazione tipica della zona è il grano. Potreste dirmi se è il caso di tentare, magari con poche piante e quali le più adatte al climax in questione. Grazie.
iz8gok
Messaggi: 3
Iscritto il: lun ott 17, 2011 12:0 1 am

Re: Che cultivar impiantare?

Messaggioda iz8gok » mar ott 18, 2011 4:0 1 pm

E' abbandonato questo forum? Gli interventi risalgono a 2 anni orsono. Perchè nn posso contattare un utente? Avrei bisogno di sapere che ulivi piantare nella mia zona che è la stessa di Lello 1962, un suo consiglio sarebbe prezioso. Grazie.
zory
Messaggi: 109
Iscritto il: lun gen 22, 2007 11:0 1 pm

Re: Che cultivar impiantare?

Messaggioda zory » mar ott 18, 2011 5:0 1 pm

iz8gok ha scritto:E' abbandonato questo forum? Gli interventi risalgono a 2 anni orsono. Perchè nn posso contattare un utente? Avrei bisogno di sapere che ulivi piantare nella mia zona che è la stessa di Lello 1962, un suo consiglio sarebbe prezioso. Grazie.
Ciao, non ti arrabbiare! capiti in un momento in cui molti sono impegnati con l'inizio della nuova campagna olearia.
Sarebbe molto utile sapere l'altitudine(a livello del mare) del tuo terreno.
Se non ho capito male ti trovi in Campania giusto? io ti consiglierei di verificare se qualcuno ha già tentato con qualche cultivar di zona. Tentare con qualche pianta non è una scelta sbagliata.
Ecco alcune varietà d’ulivo resistenti al freddo:
Bianchera, Leccino, Orbetana, Ascolana Tenera
Poi ti consiglio di leggere anche questa pagina dove trovi molte nozioni utili per capire a che temperatura la pianta di ulivo inizia a soffrire ecc ecc
http://www.frantoionline.it/olivicoltur ... -gelo.html
iz8gok
Messaggi: 3
Iscritto il: lun ott 17, 2011 12:0 1 am

Re: Che cultivar impiantare?

Messaggioda iz8gok » ven ott 21, 2011 2:0 1 pm

Ma nn sono arrabbiato :) e grazie x la risposta. l'altitudine è 900 mt , alto fortore, e le condizioni credo siano come quelle di lello 1962 infatti dal terreno si vede Ariano Irpino. Purtroppo nn si vedono cultivar di ulivo intorno se non a quote + basse, x questo volevo contattare Lello x sapere se ha piantato la Ravece o altro e se c'è stato un adattamento delle piante. Ti ringrazio x i consigli, vedrò di reperire una qualità resistente.
Cordialità
IZ8gok.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite