Mi presento.. "sono impazzito"

Panorama varietale dell'olivicoltura - Cultivar nazionale - Le varie tecniche di coltivazione degli ulivi in Italia.

Moderatori: foxhy, Paoloadm, ruby, torejeo

ladama
Messaggi: 10
Iscritto il: lun set 20, 2010 3:0 1 pm

Mi presento.. "sono impazzito"

Messaggioda ladama » lun set 20, 2010 4:0 1 pm

Ciao a tutti, vi leggo da circa un anno e finalmente mi sono iscritto: Mi chiamo Massimo (il ma del nikname) lavoro a Milano e possiedo dal 2004 una casa nelle Marche (La DaMa) con 3Ha di terra su cui ci sono 135 piante di ulivo (leccino, frantoio, pendolino) da sei anni quindi sono "produttore di olio extravergine di oliva" .. ecco che comincio a sragionare. L'olio che produco è "il migliore" (come lo scarrafone napoletano). Ho 63 anni e sono imprenditore nel settore delle tecnologie industriali da 38.
Mollo tutto, compero altri 2Ha confinanti, pianto due o tre cultivar (Sargano di Fermo e Coroncina sicuramente) e mi metto a produrre Monovarietali. Matto vero?? Ma questo è niente: seguirò il disciplinare QM Qualità delle Marche fregarmene delle DOP, delle IGP e quant'altro, cercando di convincere quei quattro acquirenti che vorranno darmi ascolto che la qualità di un prodotto non è una questione di "bollini". Vedo uliveti in stato di abbandono, leggo che il settore è in disfatta, sento parlare con terrore di Spagna, Grecia, Marocco, Siria, ecc. Sono abituato con successo a vender "qualità" da 38 anni, potrebbe essere la sfida negli anni della pensione.

Questo significa "andare fuori di matto", ma perchè NO!

Ciao, non smontatemi!
Ultima modifica di ladama il mer nov 03, 2010 8:0 1 pm, modificato 1 volta in totale.
foxhy
Messaggi: 138
Iscritto il: mar gen 09, 2007 9:0 1 pm

Re: Mi presento.. "sono impazzito"

Messaggioda foxhy » lun set 20, 2010 5:0 1 pm

ladama ha scritto:"la qualità di un prodotto non è una questione di "bollini"
Ciao e ben venuto in questo forum di matti.......scherzo!
Che stiamo navigando in brutte acque oleandole è scontato, bisogna però credere e avere passione in quello che si fa. L'idea del Mono-varietale mi sembra un'ottima scelta.
Facci sapere come andrà questa nuova tua attività

Buona fortuna e buon lavoro
giacuratolo
Messaggi: 4
Iscritto il: lun mar 23, 2009 3:0 1 pm

Re: Mi presento.. "sono impazzito"

Messaggioda giacuratolo » lun ott 11, 2010 11:0 1 pm

ciao Massimo. il mondo ha bisogno di persone come te. bisogna avere delle idee ma anche il coraggio di sostenerle e a te non mancano entrambe. forse a 63 anni tu puoi permetterti anche di rischiare un pò di più se hai risparmiato abbastanza, io a 34 non mi sento di buttarmi così sopratutto perchè ho un buon lavoro che mi fa pensare di non abbandonare una buona strada. ma la passione è forte! il monovarietale dovrebbe essere scontato e invece siamo ancora molto indietro. volendo fare un parallelo col vino per esempio si potrebbe dire che se tutta l'uva venisse mescolata assieme che vino berremmo?

forza massimo!!
ciao giancarlo
giacuratolo
Messaggi: 4
Iscritto il: lun mar 23, 2009 3:0 1 pm

Re: Mi presento.. "sono impazzito"

Messaggioda giacuratolo » mar ott 12, 2010 12:0 1 am

aggiungo: se parti e vuoi fare la guerra a monini e c. hai perso in partenza. tu devi ricavare la tua nicchia di qualità assoluta e vedrai che non potrai avere rivali! i bollini è vero non si bevono, l'olio si!!!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite