le gioie dell'olivicultura

Panorama varietale dell'olivicoltura - Cultivar nazionale - Le varie tecniche di coltivazione degli ulivi in Italia.

Moderatori: foxhy, Paoloadm, ruby, torejeo

spago
Messaggi: 133
Iscritto il: dom mar 09, 2014 5:0 1 pm

le gioie dell'olivicultura

Messaggioda spago » sab apr 06, 2013 7:0 1 pm

dopo una settimana di rotture di zebedei finalmente sabato.
E tempo di potatura. Aperta campagna, non un rumore. la strada piu vicina a 500 m. in una valle assolata, leggero venticello. Che goduria.
Salto da un ulivo all'altro con le forbici in mano, in questo campo fortunatamente le piante non sono molto alte. certo le forbici
pneumatiche velocizzano parecchio, c'è solo il rischio di tagliarsi un dito.
Mezzogiorno passato. pausa, panino con frittata di cipolle + bicchierozzo di montepulciano. riprendiamo con piu calma.
un Leccino ed un Gentile dopo l'altro si fanno le sei. risultato: in due, 84 piante in otto ore. non male. una bella giornata.
frantoiopreiti
Messaggi: 152
Iscritto il: lun dic 10, 2007 6:0 1 pm

Re: le gioie dell'olivicultura

Messaggioda frantoiopreiti » dom apr 07, 2013 10:0 1 am

Ciao, anche a me la campagna e in particolare gli ulivi mi donano tanta gioia e serenità.
marcomdd
Messaggi: 1975
Iscritto il: gio gen 01, 1970 2:0 1 am
Località: (RM)

Re: le gioie dell'olivicultura

Messaggioda marcomdd » dom apr 07, 2013 11:0 1 am

agriflorio ha scritto: certo le forbici
pneumatiche velocizzano parecchio, c'è solo il rischio di tagliarsi un dito.
va bene che sono 10 le dita, ma mi sembra un rischio troppo elevato da correre :mrgreen:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti