Pagina 1 di 1

Il clima del nostro territorio è molto importanate

Inviato: mar gen 16, 2007 9:0 1 pm
da Paolo
Discussione aperta!!Quando si decide di fare un olio di qualità dobbiamo prendere in considerazione una serie di varabili produttive che siano in perfetta armonia con l’ambiente.
La prima cosa da considerare è il clima del nostro territorio e la qualità del terreno dove andiamo a piantare le diverse varietà di piante, come ad esempio Frantoio, Moraiolo, Leccino ecc.

Re: Il clima del nostro territorio è molto importanate

Inviato: mar feb 13, 2007 5:0 1 pm
da branconi
io credo non solo il clima ma bensi il microclima entrambi comunque sono stravolti vedi es. quest'anno assenza totale dell'inverno, ripresa vegetativa già allo stato avanzato, quali conseguenze avremo sulla fioritura quest'anno?

Re: Il clima del nostro territorio è molto importanate

Inviato: mar mar 13, 2007 12:0 1 pm
da ruby
Il clima è molto importante, infatti quest'anno per via del clima mite le operazioni di potatura in tutta L'Italia si deve sospendere per non avere conseguenze negative, se fosse confermato anche il periodo di freddo sarà una vera catastrofe per alcune specie di albero da frutto e forse anche per l'ulivo, ma mentre per gli ortaggi e frutta di sicuro ci saranno aumenti dei prezzi lo stesso discorso non sembra valere per l'olio d'oliva mi domando il perchè tutto in Italia è aumentato mentre il prezzo dell'olio nei supermercati è sempre minore.

Re: Il clima del nostro territorio è molto importanate

Inviato: lun dic 23, 2013 9:0 1 pm
da Carmela2
Ho bisogno di un consiglio, abito in provincia di Brescia e quest'estate ho messo nel mio giardino una piccola pianta di ulivo, mi hanno consigliato, per quest'inverno, di coprirlo con un sacco di plastica e bucarlo alla base per l'aria, ma mi sono accorta che sta perdendo le foglie. E' la procedura giusta? Cosa mi consigliate in alternativa?
Carmela.

Re: Il clima del nostro territorio è molto importanate

Inviato: mar dic 24, 2013 1:0 1 am
da Sergio Enrietta
:wink:
Stò in Piemonte a 650/700 di altitudine sul mare, i meno cinque sono regola per molte notti.
Non ha mai coperto una sola delle oltre 500 piante di olivo, giovani o meno.
Chi tra i miei vicini lo aveva fatto due anni fa ha avuto il mio stesso disastro, anche se subito sembrava essersi salvato.

Io toglierei ogni protezione alla prima occasione in cui non sono previsti abbassamenti repentini di temperatura per i successivi 4/5 giorni, al limite in occasione di previsioni di freddi oltre la media, meno 10 e oltre coprirei per lo stretto necessario, per subito dopo riscoprire.

Quando la gelata drammatica arriva, non è un telo che salva, in caso contrario è solo dannoso e laborioso.
E' un'opinione a te la scelta.
Saluti
Sergio

Re: Il clima del nostro territorio è molto importante

Inviato: ven giu 20, 2014 9:0 1 am
da Sergio Enrietta
:P
Intanto dopo le alterne scaldate e raffrescate oggi 20 Giugno, finisce la fioritura sui miei oltre 600 olivi di oltre 50 varietà diverse, l'anno scorso annata particolarmente in ritardo la fioritura finì il 5 Luglio, :wink: ciò non impedì un ottimo raccolto con resa a peso del 13.9%.

Solo una decina di piante hanno avuto nulla o cattiva fioritura, un paio abortito le mignole prima della fioritura, un paio subito dopo.

:? Coratina, Carolea, Dritta, ecc dopo la fioritura hanno tenuto la corolla secca per alcuni giorni, sino a che l'olivina spingendo la staccasse.

Tutte le altre hanno invece, chi più, chi meno, fatto la copertura bianca del terreno con le corolle.

:D Tutte al momento mostrano una ottima allegagione.
Solo Sant'Agostino ha già fatto la prima cascola, ne sono rimaste comunque moltissime.
Ancora una ventina di giorni per saperne di più.
:?:
Credo come ogni anno, in relazione al clima alpino in cui opero, di essere tra gli ultimi a registrare le fine della fioritura con ritardi di oltre un mese rispetto al sud e credo circa 15 giorni rispetto al centro, grazie per conferme o smentite.

Annata nel complesso umida, ho già passato tre volte la trincia sul fondo inerbito e fin qui tutto bene, sono le tre ripassate di decespugliatore che mi hanno stancato.

Appuntamento a cascola avvenuta.

Re: Il clima del nostro territorio è molto importanate

Inviato: sab giu 21, 2014 12:0 1 pm
da freccia
Aspetta a cantar vittoria

Re: Il clima del nostro territorio è molto importanate

Inviato: sab giu 21, 2014 9:0 1 pm
da Sergio Enrietta
:D
Me ne guardo bene dal cantar vittoria in anticipo, so bene che con la campagna, conti a priori non se ne fanno.
Solo quando le olive scricchiolano tra i martelli comincio a tagliare il pane per la bruschetta :wink: :lol:

Però se non si passa da una ottima fioritura e allegagione, è già tutto finito :mrgreen:
Saluti speranzosi

Re: Il clima del nostro territorio è molto importanate

Inviato: dom lug 13, 2014 7:0 1 am
da Sergio Enrietta
:twisted:
Dopo la grandinata del 7 Luglio che ha rarefatto le troppe olive che stavano lato nord, :wink: almeno non dovrò comprare altri contenitori :mrgreen:
penso di poter fare un primo bilancio dell'allegagione e pre cascola:

Tutte le piante che hanno fiorito al momento giusto, vale a dire non hanno anticipato o ritardato la fioritura per eventi atmosferici, hanno una carica molto elevata.
Ci sono su alcune varietà comunemente 5/6/7 olivine per mazzetto, penso dovranno ancora caderne molte, altrimenti mi sa che i recipienti non bastano :lol:

Tutte quelle che sono arrivate 2 (due) giorni in ritardo alla fioritura, e sono incappate nelle piogge e calo di temperatura, hanno subito un drastico calo di allegagione.

Diciamo che al momento la fruttificazione è ancora al 50% delle potenzialità dell'oliveto.

Estate per ora anormalmente fresca, :twisted: povera mosca, non vorrei che dovesse passare un altro anno le vacanze al mare :P .
:|
Non è che con tutto questo fresco le olive mi diventeranno grandi come chicchi di mais :?:

Re: Il clima del nostro territorio è molto importanate

Inviato: dom ago 10, 2014 10:0 1 am
da Sergio Enrietta
SergioE ha scritto::twisted:
.......

Estate per ora anormalmente fresca, :twisted: povera mosca, non vorrei che dovesse passare un altro anno le vacanze al mare :P .
:|
Non è che con tutto questo fresco le olive mi diventeranno grandi come chicchi di mais :?:
Mannaggia a me ho evocato lo spirito della mosca e quelle sono arrivate, nonostante il tempo piovoso hanno deciso di passare l'estate in montagna :evil:
Nonostante il fresco umido, le olive sono a buono stadio dimensionale di sviluppo nocciolo, per ora siamo a circa un millimetro di polpa, quindi le povere mosche devono pazientare, nel frattempo spero si rendano conto dell'inospitalità del luogo e decidano di scendere a valle.