Olio troppo AMARO E PICCANTE

Discussioni su varietà, qualità, costi di produzione, coretta conservazione dell'olio extravergine di oliva ecc.

Moderatori: foxhy, Paoloadm, ruby, torejeo

schimio
Messaggi: 40
Iscritto il: lun feb 26, 2007 2:0 1 pm

Olio troppo AMARO E PICCANTE

Messaggioda schimio » sab nov 21, 2015 2:0 1 pm

Cri colleghi quest'anno è davvero fino ad ora un'annata d'oro, a parte le rese, la qualità è davvero EXTRA, mai mi ricordo tempi magici, ma l'olio risulta troppo AMARO E PICCANTE persino al mio palto :( :( :( :(
Sergio Enrietta
Messaggi: 341
Iscritto il: gio nov 22, 2012 8:0 1 pm
Località: Roceja

Re: Olio troppo AMARO E PICCANTE

Messaggioda Sergio Enrietta » gio gen 14, 2016 1:0 1 pm

:twisted:
Dopo l'olio della scorsa annata, in effetti non c'era modo migliore per farci tornare ai gusti amari e piccanti dimenticati, qual'ora le papille se ne siano scordate.
:P
Io sto assaggiando oli vari, miei e di colleghi, ed effettivamente quest'anno, quasi per tutti, è un tripudio di sensazioni forti. :P

Della decina di oli da me prodotti (sempre in piccole quantità, ricavati da partite di pochi kg di olive, diciamo tra 40 e 350 kg alla volta), per ora solo alcuni ho avuto il coraggio di regalarne dei campioni a parenti, amici e conoscenti.
Gli altri me li gusto io al mattino a colazione, mentre aspetto maturino e attenuino (sarebbe meglio dire perdano) le loro caratteristiche migliori, :| affinché la gente ormai abituata da sempre a cose lontane dal naturale, finisca per trovarlo buono. :lol:
domaer
Messaggi: 168
Iscritto il: mer gen 10, 2007 10:0 1 am

Re: Olio troppo AMARO E PICCANTE

Messaggioda domaer » ven gen 15, 2016 2:0 1 pm

C'è un proverbio: vino amaro, tienilo caro! :wink:
Il vino amaro va sottoposto al tatto delle papille di tanto in tanto, al momento giusto, e conservato con le annate migliori in cantina ad aspettare il pregio della polvere.

Per l'olio, è sufficiente aspettare qualche mese! 8)
cotu
Messaggi: 10
Iscritto il: ven feb 19, 2016 3:0 1 pm

Re: Olio troppo AMARO E PICCANTE

Messaggioda cotu » ven feb 19, 2016 3:0 1 pm

Basta aspettare qualche mese anche se già confezionato in bottiglia?
Sergio Enrietta
Messaggi: 341
Iscritto il: gio nov 22, 2012 8:0 1 pm
Località: Roceja

Re: Olio troppo AMARO E PICCANTE

Messaggioda Sergio Enrietta » dom feb 21, 2016 9:0 1 pm

:(
Purtroppo si, io che adoro i gusti forti dell'olio, purtroppo tra qualche tempo mi dovrò adeguare al progressivo avanzare del dolce.
:D
Mi consola pensare alla prossima frangitura, per ripetere la bella esperienza.

:oops: Mi crea imbarazzo solo al pensarci, però chi trova l'olio troppo amaro, ha sempre l'infelice strada di lasciare la bottiglia semiaperta qualche giorno. :|
cotu
Messaggi: 10
Iscritto il: ven feb 19, 2016 3:0 1 pm

Re: Olio troppo AMARO E PICCANTE

Messaggioda cotu » lun feb 22, 2016 1:0 1 am

Per cui quando si legge amaro, piccante, fruttato ecc. sono caratteristiche organolettiche che scompaiono dopo breve tempo?
Sergio Enrietta
Messaggi: 341
Iscritto il: gio nov 22, 2012 8:0 1 pm
Località: Roceja

Re: Olio troppo AMARO E PICCANTE

Messaggioda Sergio Enrietta » lun feb 22, 2016 11:0 1 am

:D
E' l'ossigeno che le degrada ossia le ossida.
Più il recipiente è pieno ed ermeticamente chiuso e più a lungo conservi le caratteristiche originali, questo per sommi capi, però anche le caratteristiche dell'olio dovute a: Varietà, epoca di raccolta, metodo di estrazione, travasi o filtraggi al fine di eliminare le morchie, esposizione alla luce, ecc ecc, ecc, influiscono sulla conservabilità di un olio.

Importante che non stia a contatto con l'ossigeno, da ciò l'infelice consiglio per invecchiarlo precocemente di fargli prendere aria. :mrgreen:

Che poi è la ricetta dei nostri nonni e padri: "L'olio deve respirare, e quindi recipiente non ben chiuso, spesso non pieno, ma spillato alla bisogna, mettiamo pure metodi di spremitura arcaici, ecc.
Fatto sta che adesso, per la stramaggioranza della gente l'olio buono è quello dolce, non amaro, che non pizzica in gola, che non fa tossire nell'assaggiarlo, ossia che ha già perso la maggior parte delle sue caratteristiche gustative che lo contraddistinguono.
Niente di male, i gusti sono gusti. :lol:

Visto che abbiamo parlato di ossidazione, mi viene in mente una barzelletta:
Vedendo un tubo di ferro tutto arrugginito un tale "esperto" dice: Vedi, è l'ossigeno che tramite l'ossidazione l'ha ridotto così, se fa questo sul ferro, pensa ai nostri polmoni, :idea: da ciò io non respiro più. :mrgreen:
cotu
Messaggi: 10
Iscritto il: ven feb 19, 2016 3:0 1 pm

Re: Olio troppo AMARO E PICCANTE

Messaggioda cotu » lun feb 22, 2016 1:0 1 pm

Grazie dei chiarimenti, troppo gentile! :)
GIULIANO LODOLA
Messaggi: 924
Iscritto il: ven ott 31, 2014 2:0 1 pm

Re: Olio troppo AMARO E PICCANTE

Messaggioda GIULIANO LODOLA » lun mag 02, 2016 10:0 1 am

Quella dell'ossigeno sui polmoni è forte.
Sta di fatto Sergio che in questi mesi mi hanno fatto assaggiare molti oli e quasi tutti sono troppo amari , amaro va bene ma troppo non credo , ne ho provati alcuni per condire l'insalata abbondando e pur avendo un profumo di olive molto buono , rendeva amara l'insalata , ho notato anche che questi amari non pizzicavano in gola.
Poi altri oli erano invece dolci e a loro mancava sia l'amaro che il pizzicare.

E' una caratteristica di questo anno il troppo amaro derivato dall'estate molto calda e asciutta oppure altri sono i motivi? perché questa cosa l'ho notata in olio provenienti da località differenti.

Purtroppo questo anno non ho ancora acquistato il mio olio monocultivar di Olive Ascolane che uso soltanto per condire , questo mi ha viziato , nulla ho assaggiato di migliore e immagino questo anno rispetto allo scorso sarà ancora meglio , ho ancora quello dello scorso anno che finirò questo mese , quando lo prendo scriverò le mie impressioni sul nuovo.

Quando scrivo AMARO troppo , intendo amaro , non amarognolo giusto ma quell'amaro che nasconderebbe gli altri particolari , se presenti , molto piacevoli tipo pomodoro verde , carciofo e altri aromi che restano in bocca.
Sergio Enrietta
Messaggi: 341
Iscritto il: gio nov 22, 2012 8:0 1 pm
Località: Roceja

Re: Olio troppo AMARO E PICCANTE

Messaggioda Sergio Enrietta » mar mag 03, 2016 11:0 1 pm

:D I gusti sono gusti e non si discutono, ecco perché è molto difficile venirne a capo in modo quasi unanime.

Comunque se assaggiassi ora gli oli che prima hai trovato molto amari, con tutta probabilità li troveresti molto più equilibrati.
Solo pochi oli ( i migliori :twisted: ) restano amari a lungo. :mrgreen:

Scherzi a parte, lo scorso anno per quanto mi riguarda ha dato ovunque oli di elevata qualità a patto di aver rispettato le regole primarie di raccolta e molitura.

Che poi non piacciano a molti credo sia vero, ma questo è un problema dei consumatori, i produttori seri il loro meglio lo hanno fatto, se è troppo amaro ci sarà chi glielo renderà dolce al punto giusto e tutti saranno contenti. :lol:

Aggiungo alcune righe dopo la colazione a base di pane fatto in casa con farine da grano di mia produzione e macinato con mezzi propri.
E' vero che con gli amari subito si ha una sensazione sgradevole che pare coprire tutti gli altri gusti, per cui non sono adatti per piatti che vogliono valorizzare quanto vi era prima di condire, quindi in questo caso non resta che stare sui poco forti.
Se però ci facciamo una colazione a base di amari, almeno per me anche un paio d'ore dopo ancora mi sento il ritorno delle sensazioni gradevoli e persistenti che mi accompagnano per un buon inizio di giornata. :P
Con i gusti personali non ne verremo mai a capo, ognuno avrà le sue esigenze, ecco perché ho deciso di smettere di seguire le richieste singole, farò in seguito tre tipi di olio, in un contenitore metterò quelli "dolci", nell'altro i fruttati e amari leggeri e nel terzo gli amari forti e persistenti.
Poi in base ai gusti dei singoli consiglierò uno o una miscela dei tre che ognuno potrà fare a suo piacimento.
Ho notato che è facilissimo farsi l'olio di proprio gusto abbinando anche parti modeste di oli diversi, ecco perché è tanto facile "trafficare" sui gusti. :twisted:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti