Pagina 1 di 1

Crisi comparto oleario

Inviato: gio gen 22, 2009 9:0 1 pm
da Paolo
Cosa ne pensate delle nuove misure anticrisi, olio extravergine e settore oleario approvate oggi dalla Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati.
Molto importante è stato l'intervento del Ministro Zaia che intende fare applicare il Decreto 9 ottobre 2007 sull’obbligo dell’indicazione in etichetta dell’origine dell’olio extravergine.

Speriamo che queste parole enunciate dal Ministro risollevano il comparto oleario!

Re: Crisi comparto oleario

Inviato: ven gen 23, 2009 6:0 1 am
da gerardomennella
finalmente speriamo che sia la volta buona.costa piu una birra che un litro di olio

Re: Crisi comparto oleario

Inviato: ven gen 23, 2009 10:0 1 am
da reposti69
Il lavoro di questo ministro mi è sempre piaciuto, ottimo lavoro, speriamo bene!

Re: Crisi comparto oleario

Inviato: ven gen 23, 2009 4:0 1 pm
da Logi
Consapevole della crisi di comparto,
tengo però a precisare che un paese come l'Italia, che consuma più olio di quello che produce, non dovrebbe conoscere crisi di settore e invece prezzo dell'olio a € 2,80.
Le colpe sono un pò di tutti,
prima cosa gli aiuti non andrebbero riconosciuti a tutti, ma solo a chi realmente fa dell'olivicoltura e del olio un mestiere (vedi Spagna)
secondo repressioni di tutte le frodi miranti solo a massimizzare i guadagni compromettendo il nome e la qualità del ns. olio.
la creazione di un vero cartello di produttori di Olio italiano per contrastare i grandi come Salazar, ecc ecc ecc
Detto questo, penso che quello che prevede il decreto sia importante, ma non vitale per rilanciare il settore, resta però un forte presa di posizione nei confronti dell' UE che con la sua politica tende ad appiattire tutte le tipicita, soprattutto quelle itaiane che sono tante e di valore.

Re: Crisi comparto oleario

Inviato: ven gen 23, 2009 4:0 1 pm
da v.mauro
Logi ha scritto: tengo però a precisare che un paese come l'Italia, che consuma più olio di quello che produce, non dovrebbe conoscere crisi di settore e invece prezzo dell'olio a € 2,80.
Le colpe sono un pò di tutti,
La colpa è di tutti noi frantoiani e olivicoltori, una categoria divisa, che non comunica e che nessuno ha serie intenzioni di unire per affrontare battaglie serie.
Per quanto riguarda la Spagna avevo letto che anche da loro ci sono state forti proteste per via dei prezzi bassi.
Io sono con la politica del ministro.

Re: Crisi comparto oleario

Inviato: dom feb 22, 2015 8:0 1 pm
da GIULIANO LODOLA
admin ha scritto:Cosa ne pensate delle nuove misure anticrisi, olio extravergine e settore oleario approvate oggi dalla Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati.
Molto importante è stato l'intervento del Ministro Zaia che intende fare applicare il Decreto 9 ottobre 2007 sull’obbligo dell’indicazione in etichetta dell’origine dell’olio extravergine.
Speriamo che queste parole enunciate dal Ministro risollevano il comparto oleario!
E ora dopo 7 anni si possono trarre le conclusioni sui risultati ottenuti da tutte le belle parole dette dai vari politici succeduti. Quando ascolto un politico promuovere e promettere qualcosa a vantaggio della collettività,e nel lavoro,questo è a proprio vantaggio immediato prima della prova pratica,poi gli anni successivi nessuno ricorda più nulla, le promesse restano sogni e nessun risultato positivo si manifesta nella realtà.
sette anni fa uno degli intervenuti sotto ,denunciava .............".....................e invece prezzo dell'olio a € 2,80" , tutto nel frattempo è aumentato, e l'olio? e le belle parole?

Grande onore e riconoscimenti ai nostri frantoiani Italiani ,che pure abbandonati dalle istituzioni che dovrebbero essere preposte a snellire loro la vita, riescono a farsi conoscere e premiare nel mondo per capacità e inventiva.

L'Italia olearia è bella e vincente, anche in un'annata molto difficile
Il nostro Paese fa incetta di riconoscimenti al Sol d'Oro, lasciando alla Spagna solo un premio. Molte le conferme tra i nomi illustri dell'extra vergine nazionale ma anche qualche new entry, capace di meravigliare la giuria. “A stupirmi – afferma il capo panel Marino Giorgetti – è stata soprattutto la qualità degli oli biologici.”


Mi sono letto tutti i premiati per il pregio dell'olio italiano da loro prodotto, l'Italia la fa da padrona in ogni regione,gli spagnoli possono ambire a un solo premio visti i risultati, vincitori per il premio allo scaffale. Questo articolo del premio "Sol d'Oro" è riportato su Teatro Naturale,come dallo stesso ho ripreso qualche frase.

Peccato non poter assaggiare questo olio Siciliano che ha vinto il primo premio proprio nella categoria che piace a me, FRUTTATO INTENSO

Categoria oli fruttato intenso:
Sol d’Oro all'Azienda Agricola Terraliva di Siracusa - Sicilia


Sicilia terra del sole, complimenti.
Giuliano.

Re: Crisi comparto oleario

Inviato: dom feb 22, 2015 8:0 1 pm
da GIULIANO LODOLA
v.mauro ha scritto:
Logi ha scritto: tengo però a precisare che un paese come l'Italia, che consuma più olio di quello che produce, non dovrebbe conoscere crisi di settore e invece prezzo dell'olio a € 2,80.
Le colpe sono un pò di tutti,
La colpa è di tutti noi frantoiani e olivicoltori, una categoria divisa, che non comunica e che nessuno ha serie intenzioni di unire per affrontare battaglie serie.
Questa frase ,non mia ,ma evidenziata mi era sfuggita.

Re: Crisi comparto oleario

Inviato: lun feb 23, 2015 1:0 1 pm
da GIULIANO LODOLA
......................E l'olio Italiano nel mondo nasce e parte dalla Sicilia, onore al merito per questi Frantoiani Siciliani che hanno portato con la loro passione ,il migliore prodotto a vincere un ambito premio Mondiale.

http://www.siracusaoggi.it/siracusano-i ... provincia/

all'Azienda Agricola Terraliva di Siracusa - Sicilia , i più sentiti auguri per un futuro di successi, da Giuliano ,che non è Frantoiano ma novello appassionato dell'olio Extravergine di grande qualità.