Un Blend, lo faccio prima o lo faccio dopo?

Discussioni su varietà, qualità, costi di produzione, coretta conservazione dell'olio extravergine di oliva ecc.

Moderatori: Paoloadm, foxhy, torejeo, ruby

ladama
Messaggi: 10
Iscritto il: lun set 20, 2010 3:0 1 pm

Un Blend, lo faccio prima o lo faccio dopo?

Messaggioda ladama » sab nov 20, 2010 1:0 1 pm

Domanda secca agli esperti.

Produco un blend con la molitura, quindi decidendo le percentuali di cultivar con i frutti, oppure lo faccio dopo miscelando gli oli prodotti dalle singole varietà?

Ho finito la raccolta e ho deciso di lavorarne una metà con Frantoio, Leccino e Pendolino (circa 40% 40% 20%) a pressa e il restante a singola cultivar su impianto continuo. Se provo a miscelare gli oli non ottengo lo stesso risultato.

Ho inviato i campioni all'analisi, ma non ad un Panel Test.
v.mauro
Messaggi: 29
Iscritto il: mer lug 11, 2007 10:0 1 am

Re: Un Blend, lo faccio prima o lo faccio dopo?

Messaggioda v.mauro » lun nov 22, 2010 3:0 1 pm

Premetto che non sono un esperto ma io penso che sia migliore fare una miscela di olive "cultivar diverse" prima della molitura.
Secondo me è migliore in quanto durante la fase di gramolatura entrano in gioco vari enzimi che contribuiscono in modo più efficiente per ottenere un BLEND equilibrato in aromi e profumi.
ladama
Messaggi: 10
Iscritto il: lun set 20, 2010 3:0 1 pm

Re: Un Blend, lo faccio prima o lo faccio dopo?

Messaggioda ladama » mer dic 01, 2010 10:0 1 pm

Sicuramente hai ragione e anche io la penso allo stesso modo.
Però ciò che mi chiedo è come si può definire un risultato dal momento che le variabili incidenti sull'oliva stessa anno per anno (condizioni atmosferiche, resa della pianta, clima periodico, maturazione, ecc.) sono difficilmente parametrizzabili.
Questo quesito deriva dal fatto che il mio blend 2010 è risultato decisamente migliore di quello 2009 pur molendo le stesse percentuali.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti