TI PIACE VINCERE FACILE?

Discussioni su varietà, qualità, costi di produzione, coretta conservazione dell'olio extravergine di oliva ecc.

Moderatori: foxhy, Paoloadm, ruby, torejeo

gion73
Messaggi: 1541
Iscritto il: gio dic 30, 2010 4:0 1 pm

TI PIACE VINCERE FACILE?

Messaggioda gion73 » ven feb 13, 2015 3:0 1 pm

http://gazzagolosa.gazzetta.it/2015/02/ ... mici-olio/

Accompagno questo articolo con delle riflessioni personali sul comparto olivicolo.
Si tratta di un convincimento che trae spunti da ragionamenti popolari che molte volte si confondono e si mescolano a dicerie che non hanno alla base un fondamento logico.
Premesso che:
Il settore agricolo deve obbligatoriamente trarre un congruo margine per soddisfare le esigenze strutturali di un impianto agricolo senza dei quali non sarebbero nemmeno garantiti i costi di raccolta e di trasformazione.
Nonostante questa necessità, bisogna dare atto che il settore olivicolo viaggia in controtendenza in quanto i periodi di raccolta e trasformazione sono spesso abbondantemente anticipati avendo come risultato un drastico e notevole abbassamento delle rese (e della remunerazione dei capitali investiti).
A questo punto qualcuno sarebbe tentato di lanciare nella mischia il solito termine della qualità, io rispondo dicendo che oramai l'olio super fruttato lo si produce già da molto tempo, ma da momento della produzione, al momento del consumo noi non possiamo entrare nel merito delle abitudini.
C’è da dire oltremodo che a parte queste considerazioni ci sono da fare ulteriori analisi che riguardano il comparto: parlo degli sforzi e dei sacrifici che gli addetti alla trasformazione hanno effettuato sacrificosamente per riorganizzare metodologie e i ritmi di lavoro al fine di soddisfare tempi di raccolta oltremodo molto più ristretti.
Grazie a questa consapevolezza e all’impegno costante dei frantoiani, si è riusciti a salvaguardare oltremodo (nonché a dare nuovo impulso) una produzione che probabilmente sarebbe andata perduta, mi riferisco alla coltivazione-trasformazione partitaria che in altre realtà non viene presa nemmeno in considerazione.
Detto questo, la trasformazione partitaria è l’impulso più oneroso che ogni frantoiano possa sopportare e grazie a questo impegno profuso oltre che ai notevoli investimenti effettuati dagli operatori in questione che l’agricoltura Italiana soffre sulla competizione dei prezzi ma contemporaneamente restituisce un grosso vantaggio.
Dove voglio arrivare? Nonostante i nostri sforzi che cautelato e garantiscono la produzione italiana sono sconfortato poiché il valore economico del nostro prodotto non è mai il riflesso del contenuto del prodotto ottenuto ma è l’insieme di una serie di costi, oneri sacrifici investimenti che pesano in maniera improduttiva sul lavoro svolto.
Detto ciò, nonostante le indiscusse argomentazioni residuano pesanti oneri su produttori e trasformatori legati a una siffatta organizzazione, mentre ai consumatori viene molte volte presentato un quadro armonico e roseo dai contorni molte volte alterati, poiché esiste la convinzione che la politica commerciale deve soddisfare unicamente i ragionamenti dettati dal Marketing. Il consumatore è stato volontariamente pilotato in questi anni, (sicuramente per aver dormito sonni tranquilli) tanto che oggi è palesemente orientato in un ragionamento molto egoistico.
Ma torniamo a noi, l’olivicoltura italiana è caratterizzata da una frammentazione del territorio molto capillare e nonostante tale assetto il nostro mercato inculca nella mente dei consumatori una raffinatezza di cose:
1) Bisogna produrre di meno e meglio, (come dire ai propri figli studia poche materie e cerca di prendere buoni voti solo dove riesci) senza che a nulla valgano gli sforzi di quelli operatori che per anni ha perseguito una politica aziendale mirata con l’intento di riuscire a fare molto più e bene su tutto,
2) Evitare di trasformare milioni di quintali di prodotto (meglio milioni di produttori e milioni di consumatori per un litro di olio),
3) Evitare di coltivare tanta terra, (meglio dire che ne coltiva poca, per non dire che tanto ci sono le magie con la genetica),
4) Bisogna selezionare il prodotto e inventarsi nuove cultivar, (ma la grossa distribuzione non è l’unica che ha sempre richiesto un prodotto standard?),
5) Coltivare nuove cultivar per diversificare l’offerta (500 varietà non bastano?),
6) E poi fiore all’occhiello quando si ha la sventura di incorrere in campagne disastrose legate a eventi meteorologici esiste sempre qualcuno che ha l’occasione per mettere in discussione le poche e fortunate eccellenze a discapito di chi è stato bastonato in partenza.
Questo tipo di pubblicità non hanno mai lo scopo di avvicinare il consumatore alla terra ma hanno la prerogativa di allontanarlo dalla realtà, molto più semplice inculcare nella mente del consumatore che l’agricoltura non è altro che la fanciulla bionda con i capelli lunghi seduta sul trattore o il nipote che insieme al nonno aspettano la maturazione del vino dietro la porta della cantina. In questa situazione contano poco e niente tutti i sacrifici che quotidianamente si fanno, poiché sono facilmente confusi e assimilati a una blanda e cattiva organizzazione aziendale.

Bene questo con le braccia aperte cosa vorrebbe dimostrare? Di aver scoperto cosa? Che in una fase di catastrofe c’è qualcuno un po’ più fortunato? E gli altri cosa devono fare inchiodarsi sulla croce?
E leggo anche qualcosa che ho riportato più volte in post precedenti e dice che a marzo l’olio extravergine sarà finito, Bernacca prevedeva il meteo questo ha scoperto l’America.
Quando invece l’olio è in abbondanza e le qualità sono uniformemente superiori nessuno ha il coraggio di parlarne.
Stiamo tutti sotto un cielo, quindi fatevi voi i conti!!!!!!!!!
Ultima modifica di gion73 il mar feb 17, 2015 6:0 1 pm, modificato 1 volta in totale.
GIULIANO LODOLA
Messaggi: 924
Iscritto il: ven ott 31, 2014 2:0 1 pm

Re: MORTE TUA, VITA MIA

Messaggioda GIULIANO LODOLA » ven feb 13, 2015 7:0 1 pm

Gion,sei un poeta, Dante dovrebbe imparare da te,così scatenato sei ancora più simpatico.
Ho letto più volte attentamente e magari un paio di interventini li avrei voluti fare.
Giuliano
freccia
Messaggi: 907
Iscritto il: ven gen 25, 2013 7:0 1 pm

Re: MORTE TUA, VITA MIA

Messaggioda freccia » ven feb 13, 2015 8:0 1 pm

Ma questa lezione a chi era rivolta??
Se a noi, te la potevi risparmiare, roba vecchia :mrgreen: :mrgreen:
GIULIANO LODOLA
Messaggi: 924
Iscritto il: ven ott 31, 2014 2:0 1 pm

Re: MORTE TUA, VITA MIA

Messaggioda GIULIANO LODOLA » ven feb 13, 2015 8:0 1 pm

freccia ha scritto:Ma questa lezione a chi era rivolta??
Se a noi, te la potevi risparmiare, roba vecchia :mrgreen: :mrgreen:
Ciao Freccia,questa di Gion non era una lezione per insegnare a qualcuno, naturalmente Gion sa che i frantoiani hanno poco da imparare perchè l'esperienza di una vita li ha resi vaccinati.
Gion ha fatto una considerazione a voce alta per dar modo ai molti Giuliano che frequentano il forum di apprendere insegnamenti che altrimenti avrebbero trovato soltanto leggendo molti vecchi interventi, ha scritto anche molto bene il lungo intervento,secondo me soltanto in un paio di passaggi ha voluto calcare la mano in punti che la mia inesperienza non condivide pienamente.
Questa è l'anima del forum, scrivere e trovare commenti e risposte.
E poi se sbagliate vi corregge Giuliano.
freccia
Messaggi: 907
Iscritto il: ven gen 25, 2013 7:0 1 pm

Re: MORTE TUA, VITA MIA

Messaggioda freccia » ven feb 13, 2015 8:0 1 pm

Allora se non sei daccordo con Gion, correggilo,
perche' forse tu ne sai piu' lui
GIULIANO LODOLA
Messaggi: 924
Iscritto il: ven ott 31, 2014 2:0 1 pm

Re: MORTE TUA, VITA MIA

Messaggioda GIULIANO LODOLA » ven feb 13, 2015 8:0 1 pm

freccia ha scritto:Allora se non sei daccordo con Gion, correggilo,
perche' forse tu ne sai piu' lui
Difficile saperne più di un mestierante , magari opinioni differenti su certi particolari
freccia
Messaggi: 907
Iscritto il: ven gen 25, 2013 7:0 1 pm

Re: MORTE TUA, VITA MIA

Messaggioda freccia » ven feb 13, 2015 8:0 1 pm

ESPONI, perche' mi pare di aver capito che ha Gion piace dialogare con te
GIULIANO LODOLA
Messaggi: 924
Iscritto il: ven ott 31, 2014 2:0 1 pm

Re: MORTE TUA, VITA MIA

Messaggioda GIULIANO LODOLA » ven feb 13, 2015 9:0 1 pm

freccia ha scritto:ESPONI, perche' mi pare di aver capito che ha Gion piace dialogare con te
Fino ora Gion mi ha sempre imposto il suo volere rimproverandomi ogni cosa ,ma credo abbia capito da subito come non fosse mia intenzione fargli perdere tempo ma soltanto imparare, anche se non sapeva ne tutt'ora ne è convinto, del perchè mi interessi al vostro sapere.
Per dirti il mio pensiero,credo Gion parli volentieri con me e ti spiego il perchè,chiunque altro al mio posto avrebbe litigato dopo pochi interventi reciproci con Gion,ma non perchè uno dei due fosse litigioso ma soltanto perchè Gion sembra non darti respiro nelle sue ragioni che poi ha veramente,credo comunque chiacchieri volentieri anche se più volte lo innervosisco,ma questo avviene perchè gli do ragione soltanto quando mi ha convinto che ho torto totalmente,non dubbio dovrebbe insegnarmi.
Lui sa che mai gli dirò si se non ne sono convinto.
GIULIANO LODOLA
Messaggi: 924
Iscritto il: ven ott 31, 2014 2:0 1 pm

Re: MORTE TUA, VITA MIA

Messaggioda GIULIANO LODOLA » ven feb 13, 2015 9:0 1 pm

freccia ha scritto:ESPONI, perche' mi pare di aver capito che ha Gion piace dialogare con te
Esporre sarebbe riprendere uno o due suoi passaggi che sebbene abbia ragione, li ha interpretati ed esposti come assoluti ma vanno invece guardati da due angolazioni differenti, come il grissino, hai letto quello del grissino?
gion73
Messaggi: 1541
Iscritto il: gio dic 30, 2010 4:0 1 pm

RE: TI PIACE VINCERE FACILE?

Messaggioda gion73 » ven feb 13, 2015 11:0 1 pm

Non preoccupatevi l'argomento non serve per resuscitare vecchie reminiscenze. Per me tornerà molto utile in futuro come risposta rapida per richiamare l'attenzione dei prossimi iscritti con intenzioni fantasiose. Per i più vecchi e veterani del settore come ricordo per l'attenzione dedicata al proprio lavoro.
Ultima modifica di gion73 il mar feb 17, 2015 6:0 1 pm, modificato 1 volta in totale.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti