TI PIACE VINCERE FACILE?

Discussioni su varietà, qualità, costi di produzione, coretta conservazione dell'olio extravergine di oliva ecc.

Moderatori: foxhy, Paoloadm, ruby, torejeo

GIULIANO LODOLA
Messaggi: 924
Iscritto il: ven ott 31, 2014 2:0 1 pm

Re: MORTE TUA, VITA MIA

Messaggioda GIULIANO LODOLA » sab feb 14, 2015 6:0 1 pm

freccia ha scritto:Spiegami come si ottiene l'olio delle stelle
faccio prima a riprendere il passaggio in cui l'ho scritto ed evidenziarti i soli passaggi che si differenziano dal procedimento usato normalmente
freccia
Messaggi: 907
Iscritto il: ven gen 25, 2013 7:0 1 pm

Re: MORTE TUA, VITA MIA

Messaggioda freccia » sab feb 14, 2015 6:0 1 pm

Ho riflettuto sul titolo del post
MORTE TUA VITA MIA, non mi piace,
non ci scrivo piu' qui'
GIULIANO LODOLA
Messaggi: 924
Iscritto il: ven ott 31, 2014 2:0 1 pm

Re: MORTE TUA, VITA MIA

Messaggioda GIULIANO LODOLA » sab feb 14, 2015 6:0 1 pm

freccia ha scritto:Ho riflettuto sul titolo del post
MORTE TUA VITA MIA, non mi piace,
non ci scrivo piu' qui'
Assurdo avere paura della morte,chissà quante volte questa fredda signora mi ha abbracciato alitandomi il freddo sul collo ,ma poi guardando il mio sorriso beffardo è fuggita lontano da me, la morte prende chi le da la gioia di leggere il terrore che provi quando viene a prenderti, ridi di lei e ti evita.
Filippo S.
Messaggi: 20
Iscritto il: ven lug 04, 2014 4:0 1 pm

Re: TI PIACE VINCERE FACILE?

Messaggioda Filippo S. » gio feb 19, 2015 5:0 1 pm

gion73 ha scritto: Bene questo con le braccia aperte cosa vorrebbe dimostrare? Di aver scoperto cosa? Che in una fase di catastrofe c’è qualcuno un po’ più fortunato? E gli altri cosa devono fare inchiodarsi sulla croce?
E leggo anche qualcosa che ho riportato più volte in post precedenti e dice che a marzo l’olio extravergine sarà finito, Bernacca prevedeva il meteo questo ha scoperto l’America.
Quando invece l’olio è in abbondanza e le qualità sono uniformemente superiori nessuno ha il coraggio di parlarne.
Stiamo tutti sotto un cielo, quindi fatevi voi i conti!!!!!!!!!
Bhè, questo è il secondo anno che vado ad Extralucca, e, nonostante le aziende presenti fossero meno, a me è piaciuta lo stesso.. Io credo che l'evento non sia solo stato creato per dare le "corone" (i premi, nessuno viene "cazziato"), ma lo vedo impostato come un occasione per fare cultura sull'olio e sull'oliva.
Sicuramente al frantoiano "doc" non dice niente di nuovo ed è solo una occasione per confrontare il proprio prodotto (e dare visibilità alla sua azienda), piuttosto è molto utile ai consumatori, quelli che "compro l'olio che costa meno e ripongo l'oliera rabboccata sopra la cappa della cucina", ma anche per i produttori casalinghi, quelli che poi vi portano le olive da frangere; credo che sia una occasione d'oro per imparare qualcosa di utile.

Per carità nessuno uscirà degustatore, ma saper riconoscere un olio rancido fa comodo (anche perchè consumarlo FA MALE), sapere come si conserva fa comodo, saper apprezzare una determinata cultivar o meglio un determinato blend fa cultura; tutte queste cose, che favoriscono una cultura sul prodotto OLIO fanno comodo, sia al consumatore, che al produttore, che potrà vendere ad una clientela informata e consapevole...

Per come la vedo io se non si fa cultura a più livelli, quella che ci è stata NEGATA tentando di appiattire un mercato variegato come questo, auguri, andiamo poco lontano!
Quindi ben vengano manifestazioni ed eventi del genere, ripeto, non tanto per i premi, ma per quello che insegnano a chi l'olio, poi, lo compra..
gion73
Messaggi: 1541
Iscritto il: gio dic 30, 2010 4:0 1 pm

Re: TI PIACE VINCERE FACILE?

Messaggioda gion73 » gio feb 19, 2015 7:0 1 pm

Scherzi! anche io sono contentissimo che si facciano queste iniziative, ma dire che: "tu o io" siamo i più bravi di tutti perché l'uragano ci ha graziati è un pochino-troppo. Ti pare?
Anzi, quest'anno sarebbe stata l'annata buona per organizzare soprattutto convegni sui difetti dell'olio.
Purtroppo non voglio essere pessimista ma quando parliamo di questo mi viene sempre il solito sospetto: La gente quando acquista alimenti non è disorientata stai tranquillo, il consumatore sa cosa deve consumare, capisce la qualità e sa anche come cercarla. Il consumatore non è un improvvisato e non da niente per scontato.
Io no vedo indecisi nelle scelte degli alimenti nei supermercati, le indecisioni non nascono sulla spesa alimentare tanto che gli scaffali degli alimenti sono lunghi e stretti.
Se invece nelle stesse corsie ci mettessimo i computer o le televisioni stai tranquillo che non si potrebbe nemmeno passare tanto sarebbero elevate le soste degli indecisi.
Filippo S. ha scritto:
gion73 ha scritto: Bene questo con le braccia aperte cosa vorrebbe dimostrare? Di aver scoperto cosa? Che in una fase di catastrofe c’è qualcuno un po’ più fortunato? E gli altri cosa devono fare inchiodarsi sulla croce?
E leggo anche qualcosa che ho riportato più volte in post precedenti e dice che a marzo l’olio extravergine sarà finito, Bernacca prevedeva il meteo questo ha scoperto l’America.
Quando invece l’olio è in abbondanza e le qualità sono uniformemente superiori nessuno ha il coraggio di parlarne.
Stiamo tutti sotto un cielo, quindi fatevi voi i conti!!!!!!!!!
Bhè, questo è il secondo anno che vado ad Extralucca, e, nonostante le aziende presenti fossero meno, a me è piaciuta lo stesso.. Io credo che l'evento non sia solo stato creato per dare le "corone" (i premi, nessuno viene "cazziato"), ma lo vedo impostato come un occasione per fare cultura sull'olio e sull'oliva.
Sicuramente al frantoiano "doc" non dice niente di nuovo ed è solo una occasione per confrontare il proprio prodotto (e dare visibilità alla sua azienda), piuttosto è molto utile ai consumatori, quelli che "compro l'olio che costa meno e ripongo l'oliera rabboccata sopra la cappa della cucina", ma anche per i produttori casalinghi, quelli che poi vi portano le olive da frangere; credo che sia una occasione d'oro per imparare qualcosa di utile.

Per carità nessuno uscirà degustatore, ma saper riconoscere un olio rancido fa comodo (anche perchè consumarlo FA MALE), sapere come si conserva fa comodo, saper apprezzare una determinata cultivar o meglio un determinato blend fa cultura; tutte queste cose, che favoriscono una cultura sul prodotto OLIO fanno comodo, sia al consumatore, che al produttore, che potrà vendere ad una clientela informata e consapevole...

Per come la vedo io se non si fa cultura a più livelli, quella che ci è stata NEGATA tentando di appiattire un mercato variegato come questo, auguri, andiamo poco lontano!
Quindi ben vengano manifestazioni ed eventi del genere, ripeto, non tanto per i premi, ma per quello che insegnano a chi l'olio, poi, lo compra..
Filippo S.
Messaggi: 20
Iscritto il: ven lug 04, 2014 4:0 1 pm

Re: TI PIACE VINCERE FACILE?

Messaggioda Filippo S. » gio feb 19, 2015 7:0 1 pm

Lo spirito di extralucca non credo sia la competizione, almeno non si respirava quel clima..

Credo che tu sia ottimista riguardo alla conoscenza sull'olio dei consumatori, gli informati sono una nicchia purtroppo.. Sullo scaffale la scelta si basa sul marketing o sul prezzo.. Pochi non addetti ai lavori conoscono, ad esempio, cosa sono i perossidi, molti credono di poter sentire l'acidità dal gusto, pochissimi sanno come si costruisce un olio in raffineria o semplicemente come va conservato, ecc.

Sono d'accordo con te pero', questa annata era buona per fare più informazione, oltre che per potare (battutaccia, scusate)..

Quello con le braccia aperte, Borella, che può rimanere più o meno simpatico, cerca di fare informazione e gliene rendo merito.. Per dirne una ricordo la sua denuncia popolare sul fatto che gran parte dell'olio fatto in Italia, olio da banco per lo più, viene fatto con olive raccolte a terra, malate e ammuffite..

Edito: ho riletto ed ho capito cosa vuoi dire.. Non si può gettare fango su chi non è riuscito neanche a raccogliere, dicendo che non è stato in grado.. Sono d'accordo nel principio, ma nessuno l'ha detto all'evento!
gion73 ha scritto:Scherzi! anche io sono contentissimo che si facciano queste iniziative, ma dire che: "tu o io" siamo i più bravi di tutti perché l'uragano ci ha graziati è un pochino-troppo. Ti pare?
Anzi, quest'anno sarebbe stata l'annata buona per organizzare soprattutto convegni sui difetti dell'olio.
Purtroppo non voglio essere pessimista ma quando parliamo di questo mi viene sempre il solito sospetto: La gente quando acquista alimenti non è disorientata stai tranquillo, il consumatore sa cosa deve consumare, capisce la qualità e sa anche come cercarla. Il consumatore non è un improvvisato e non da niente per scontato.
Io no vedo indecisi nelle scelte degli alimenti nei supermercati, le indecisioni non nascono sulla spesa alimentare tanto che gli scaffali degli alimenti sono lunghi e stretti.
Se invece nelle stesse corsie ci mettessimo i computer o le televisioni stai tranquillo che non si potrebbe nemmeno passare tanto sarebbero elevate le soste degli indecisi.
Filippo S. ha scritto:
gion73 ha scritto: Bene questo con le braccia aperte cosa vorrebbe dimostrare? Di aver scoperto cosa? Che in una fase di catastrofe c’è qualcuno un po’ più fortunato? E gli altri cosa devono fare inchiodarsi sulla croce?
E leggo anche qualcosa che ho riportato più volte in post precedenti e dice che a marzo l’olio extravergine sarà finito, Bernacca prevedeva il meteo questo ha scoperto l’America.
Quando invece l’olio è in abbondanza e le qualità sono uniformemente superiori nessuno ha il coraggio di parlarne.
Stiamo tutti sotto un cielo, quindi fatevi voi i conti!!!!!!!!!
Bhè, questo è il secondo anno che vado ad Extralucca, e, nonostante le aziende presenti fossero meno, a me è piaciuta lo stesso.. Io credo che l'evento non sia solo stato creato per dare le "corone" (i premi, nessuno viene "cazziato"), ma lo vedo impostato come un occasione per fare cultura sull'olio e sull'oliva.
Sicuramente al frantoiano "doc" non dice niente di nuovo ed è solo una occasione per confrontare il proprio prodotto (e dare visibilità alla sua azienda), piuttosto è molto utile ai consumatori, quelli che "compro l'olio che costa meno e ripongo l'oliera rabboccata sopra la cappa della cucina", ma anche per i produttori casalinghi, quelli che poi vi portano le olive da frangere; credo che sia una occasione d'oro per imparare qualcosa di utile.

Per carità nessuno uscirà degustatore, ma saper riconoscere un olio rancido fa comodo (anche perchè consumarlo FA MALE), sapere come si conserva fa comodo, saper apprezzare una determinata cultivar o meglio un determinato blend fa cultura; tutte queste cose, che favoriscono una cultura sul prodotto OLIO fanno comodo, sia al consumatore, che al produttore, che potrà vendere ad una clientela informata e consapevole...

Per come la vedo io se non si fa cultura a più livelli, quella che ci è stata NEGATA tentando di appiattire un mercato variegato come questo, auguri, andiamo poco lontano!
Quindi ben vengano manifestazioni ed eventi del genere, ripeto, non tanto per i premi, ma per quello che insegnano a chi l'olio, poi, lo compra..
gion73
Messaggi: 1541
Iscritto il: gio dic 30, 2010 4:0 1 pm

Re: TI PIACE VINCERE FACILE?

Messaggioda gion73 » gio feb 19, 2015 10:0 1 pm

È evidente la tua preparazione. Filippo come classificheresti un olio che denota un lieve sentore di mandorla?
GIULIANO LODOLA
Messaggi: 924
Iscritto il: ven ott 31, 2014 2:0 1 pm

Re: TI PIACE VINCERE FACILE?

Messaggioda GIULIANO LODOLA » ven feb 20, 2015 12:0 1 pm

gion73 ha scritto:È evidente la tua preparazione. Filippo come classificheresti un olio che denota un lieve sentore di mandorla?
Provo a rispondere anch'io.
Se è un LIEVE sentore e sapore di mandorla, risulta piacevole , è indice di dolcezza ma non deve essere eccessivo.
Più piacevole se il leggero sentore è di “mandorla fresca”,
E' una caratteristica di alcuni oli dolci e di oli moliti da olive in avanzata maturazione.
Spero di non avere scritto una idiozia ma dalle mille cose lette mi sembra ricordare questo particolare, non ricordo invece cosa significa se il sentore fosse di mandorla secca.
GIULIANO LODOLA
Messaggi: 924
Iscritto il: ven ott 31, 2014 2:0 1 pm

Re: TI PIACE VINCERE FACILE?

Messaggioda GIULIANO LODOLA » ven feb 20, 2015 1:0 1 pm

[quote="Filippo S."]Lo spirito di extralucca non credo sia la competizione, almeno non si respirava quel clima..
Per dirne una, ricordo la sua denuncia popolare sul fatto che gran parte dell'olio fatto in Italia, olio da banco per lo più, viene fatto con olive raccolte a terra, malate e ammuffite..
*****************************************************************************************************************
Certo che asserire questo, dicendo GRAN PARTE , mi sembra non possibile,nessuno vorrebbe raccogliere consciamente olive non più buone, se avesse detto che qualche vota può accadere anche questo,sarebbe stato più credibile.
Secondo me, e quel poco che ho imparato leggendo sulla qualità dell'olio, in italia si trova la qualità più alta tra gli oli in circolazione, sempre parlando di quelli franti da noi con nostre olive,poi la pecora nera è in tutti i greggi ma non è regola.
Cosa intendi per OLIO DA BANCO.
Filippo S.
Messaggi: 20
Iscritto il: ven lug 04, 2014 4:0 1 pm

Re: TI PIACE VINCERE FACILE?

Messaggioda Filippo S. » ven feb 20, 2015 4:0 1 pm

gion73 ha scritto:È evidente la tua preparazione. Filippo come classificheresti un olio che denota un lieve sentore di mandorla?
ahah sotto natale... BALOCCO! Scherzo, scusa, è venerdì per tutti! :D :D

Sono preparato su altre cose, l'organolettico lo lascio a chi lo sa' fare, con le papille gustative buone e soprattutto con un buon allenamento!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite