Pagina 1 di 3

Che danni causerà il metodo di raccolta " Scuotitore &q

Inviato: mar feb 27, 2007 4:0 1 pm
da branconi
Secondo voi il metodo di raccolta meccanico delle Olive tramite appunto lo Scuotitore, che danni possono provocare alle piante d'olivo? ci sono dati, ricerche, siti, pubblicazioni su questo argomento.

Re: Che danni causerà il metodo di raccolta " Scuotitor

Inviato: ven mar 02, 2007 4:0 1 pm
da Paoloadm
Secondo me, di danni si parlerà dopo 10-20 anni secondo la frequenza, il tempo, la forza motrice l'operatore ecc... fattori che possono influire su eventuali danni diretti alle piante d'olivo, lo scuotitore ha dei pregi e dei difetti, è senza dubbio il mezzo più veloce è meno costoso.

Re:

Inviato: gio mar 15, 2007 5:0 1 pm
da miky
bhe i danni da scuotitori saranno minori rispetto alla bacchiatura, la raccolta a mano è impossibile, la cascola è controproducente quindi rimane lo scuotitore a mio parere!

Inviato: dom mar 30, 2008 6:0 1 pm
da frafra
Ciao, sono nuovo del forum, nel senso che vi leggo da tempo ma non ho mai scritto nulla. Cmq in merito allo scutitore vi è un'ampia bibliografia che dimostra che nel caso di utilizzo nelle modalità corrette (tempi di esecuzione dell'operazione, potenza applicata, frequenza di vibrazione) non vi sono danni arrecati alla pianta.

Saluti e buon lavoro.

Scuotitore ho dei dubbi

Inviato: lun mag 19, 2008 3:0 1 pm
da ruby
[quote="frafra"] beh è giusto quello che sostieni ma credo proprio che il migliore è il pettine grande che funziona stile scuotitore ma senza toccare i rami ma bensì le foglie.. i scuotitori su 100 piante 1 o 5 l'anno gli provoca il distaccamento della corteccia da un lato o più lati e cosi via la pianta dopo ne risente e viene attaccata dalla carie e dalla rogna o da parassiti ecc... è poi muovere le radici con forza alla lunga non è molto conveniente , mi risulta che dopo 15 anni le piante perdono di produttività

Metodi di raccolta

Inviato: mar nov 11, 2008 6:0 1 pm
da cose
Saluti a tutti sono Cosimo,
abito a circa 20 km di Lecce, nel mio paese la raccolta delle olive viene fatta dopo la caduta a terra e l'olio spesso presenta meno di un grado di acidità quindi è molto buono.
Va comunque detto che nel caso le olive rimangono a lungo a terra e magari anche in periodi di pioggia l'acidità raggiunge i 7/8/9 gradi.
Avendo quest'anno ereditato degli uliveti (circa 250 alberi) sto cominciando solo adesso ad interessarmi della raccolta delle olive pertanto sono completamente ignorante in materia, sareste cortesemente gentili a fornirmi la seguente informazione: a quanti Kg corrisponde un TOMOLO; come si fa a calcolare la resa delle olive.
Vi chiedo questo perchè ho avuto risposte diverse.
In attesa di chiarimenti cordialmente saluto.
Cosimo -

metodi di raccolta

Inviato: sab dic 13, 2008 9:0 1 pm
da ucciu
Rispondo a cose. Ciao, anche io sono della zona, allora, per quelo che mi è stato tramandato mi risulta che un Tomolo corrisponde a 33 kg. Quando sentirai dire che ha dato il (per es.) 5, vuol dire che da ogni Tomolo sono stati estratti 5 Kg di olio, che facendo i conti corrispondono a circa 15 Kg a quintale d olive. Spero i esserti stato di aiuto. Saluti antonio

Re: Che danni causerà il metodo di raccolta " Scuotitor

Inviato: dom dic 14, 2008 5:0 1 pm
da vespistadop77
Ciao,io uso oliviero (macchina elettrica) dal 1999,e attualmente non ho riscontrato nessun danno alla pianta.Devo dire che la resa è molto valida,in un giorno in 2 persone si riesce a prendere circa 5 quintali di olive,reti comprese.La mia azienda è completamente in collina,terreno terrazzato,quindi con molti disagi.Inoltre stendo le reti solo quando raccolgo,quindi è tutto tempo che si perde.In 3 persone,e due macchine,riesco a prendere 8 quitali di prodotto giornalieri.
Ciao a tutti!E buona raccolta

Re: Scuotitore ho dei dubbi

Inviato: mar dic 23, 2008 9:0 1 am
da recifarelli
ruby ha scritto:
frafra ha scritto: beh è giusto quello che sostieni ma credo proprio che il migliore è il pettine grande che funziona stile scuotitore ma senza toccare i rami ma bensì le foglie.. i scuotitori su 100 piante 1 o 5 l'anno gli provoca il distaccamento della corteccia da un lato o più lati e cosi via la pianta dopo ne risente e viene attaccata dalla carie e dalla rogna o da parassiti ecc... è poi muovere le radici con forza alla lunga non è molto conveniente , mi risulta che dopo 15 anni le piante perdono di produttività
Premetto che chi scrive è interessato in quanto produttore di macchine quindi tenetene conto.

Ci sono vari metodi di raccolta che vanno (alcune volte impropriamente) sotto il nome di "scuotitore".

Ci sono gli scuotitori veri e propri divisi in quelli da ramo (come quelli che produce la nostra società) e quelli semoventi da pianta.
Ci sono poi tutta una serie di macchine che definirei più sbattitori, pneumatiche, elettriche o a motore.

Gli scuotitori da ramo hanno come pro una ottima velocità e come contro una certa fatica nell'utilizzo. Per evitare danneggiamenti alla corteccia come quelli citati sono importantissimi il gancio e le coperture in gomma che si utilizzano.
Nel nostro caso dopo un intervento presso un utilizzatore che si lamentava di questo abbiamo scoperto che usava coperture gancio non originali che avevano caratteristiche non adeguate e che gli hanno rovinato l'uliveto.


Lo scuotitore da pianta è molto costoso, ha il grande pregio, se dotato di ombrello, di non richiedere i teli. E' un po' più lento complessivamente di quelli da ramo. E pochi possono permetterselo.
Alcuni dicono che a medio termine rovina le radici.

Gli scuotitori hanno ambedue il grande pregio di non rovinare i germogli.

Tutti i vari metodi di "sbattimento" o simili, elettrici, pneumatici o a motore sono molto lenti e, cosa peggiore, rovinano i germogli.

Si è scoperto, in alcuni posti, che la diceria che un anno l'olivo produce e l'anno dopo meno è dovuta invece alla fase di raccolta che rovina i germogli.

Le macchine sbattitrici in alcuni casi costano veramente poco e sono quindi adatte a chi non fa un uso professionale.

Per la nostra esperienza all'estero dove si è molto spinto sulla produttività, come in Spagna, il metodo più utilizzato è quello dello scuotitore. Da ramo o da pianta secondo le preferenze del proprietario.
Alcuni, ad esempio, preferiscono quello da ramo perché con l'uso di molte squadre possono raccogliere più velocemente.
Se si hanno grandi estensioni quello da pianta ha un tempo totale di raccolta molto lento.
Per l'uso ottimale degli scuotitori è di fondamentale importanza la corretta potatura.

In alcuni casi stanno cominciando ad utilizzare macchine tipo vendemmiatrice (assimilabili agli sbattitori) ma richiedono impianti preparati apposta.

Scusate se ho detto qualche imprecisione nei termini, so qualcosa di macchine, meno di olivicoltura.

Spero di essere stato abbastanza esauriente e resto a disposizione per chiarimenti.

Renato Cifarelli

Re: Scuotitore ho dei dubbi

Inviato: ven gen 09, 2009 8:0 1 pm
da reposti69
recifarelli ha scritto: Per la nostra esperienza all'estero dove si è molto spinto sulla produttività, come in Spagna, il metodo più utilizzato è quello dello scuotitore. Da ramo o da pianta secondo le preferenze del proprietario.
Alcuni, ad esempio, preferiscono quello da ramo perché con l'uso di molte squadre possono raccogliere più velocemente.
Da quello che ho letto io su riviste specializzate di settore, non mi sembra che sia esattamente cosi. Semmai è l'incontrario! in Spagna, il metodo più utilizzato è quello degli scuotitori meccanici da tronco è ultimamente sta crescendo sempre di più l'utilizzo di macchine quasi similari/tipo vendemmiatrice.
La raccolta meccanizzata in Spagna, giustifica il prezzo concorrenziale dell'olio extravergine di oliva che è sempre più basso dell'Italia.
In Spagna ci sono non più di una decina di varietà/cultivar (in Italia più di 300), e la maggioranza dei produttori sono grossi proprietari terreni (in Italia siamo quasi tutti medio/piccoli).

Questo è quello che ho letto io.....

Buon anno