avviare Frantoio

Discussione su tematiche amministrative, regolamenti, rifermanti legislativi, consigli sulla corretta amministrazione di un frantoio oleario ecc.

Moderatori: Paoloadm, ruby, torejeo

tiziana messina
Messaggi: 1
Iscritto il: gio ago 24, 2017 1:0 1 pm

avviare Frantoio

Messaggioda tiziana messina » gio set 14, 2017 3:0 1 pm

Salve a tutti,
sono nuova nel forum e grazie per avermi accettata.
Da circa un anno, non trovando occupazioni stabili ed essendo proprietaria di un fabbricato in periferia, sto valutando la possibilità di avviare un frantoio, sfruttando magari gli incentivi all'imprenditoria femminile.
Cosa mi consigliate, e soprattutto, cosa mi servirebbe: documentazioni, adempimenti amministrativi, sanitari, etc...
Sono un pò confusa, non vorrei sbagliare e vorrei capire se mi conviene o meno.
La burocrazia mi spaventa!
Grazie a chi risponderà
Buona giornata
santamarzullo
Messaggi: 1
Iscritto il: ven set 15, 2017 5:0 1 pm

Re: avviare Frantoio

Messaggioda santamarzullo » ven set 15, 2017 5:0 1 pm

Ciao Tiziana,
ho appena trovato ottimi consigli qui http://www.frantoionline.it/adempimenti/normativa-nazionale-per-il-frantoio.html
Però degli amici di mio padre, mi dicevano che servivano documenti tipo libretto sanitario, etc. Il mio consulente mi ha detto infatti che va fatto il piano haccp.
C'è scritto anche qui https://www.alimeta.it/guida/manuale-haccp-obbligatorio.htm
Anche io sto iniziando questa avventura. Speriamo bene! Se sai qualcosa in più famm sapere!
Ciao
torejeo
Messaggi: 221
Iscritto il: gio gen 01, 1970 2:0 1 am

Re: avviare Frantoio

Messaggioda torejeo » dom set 17, 2017 11:0 1 am

Benvenute ad entrambe!
Aprire un nuovo frantoio oleario comporta diversi adempimenti amministrativi, sanitari....come per chiunque intende aprire una attività in Italia.
In seguito all'apertura si susseguono altre problematiche burocratiche e lavorative come le annate di scarica, andamento climatico (la siccità, il gelo, la grandine).
Quindi ci vuole tanta passione e una grande capacità di diversificare, o meglio di valorizzare l'olio prodotto, quindi puntare sulla qualità (olio extravergine biologico, olio evo, olio aromatizzato, ect), e se è possibile affiancare un B&B, oppure un agriturismo, meglio se un frantoio didattico per studenti e turisti, un ristorante oppure una sala degustazioni/corsi di assaggiatore di olio, corsi di cucina, in modo da ottimizzare al meglio l'investimento.
Nei prossimi giorni sarà pubblicato la nuova versione di FrantoiOnline, con tante novità per valorizzare al meglio il frantoio oleario.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite