Gestione Registro di carico e scarico degli Oli 2010

Discussione su tematiche amministrative, regolamenti, rifermanti legislativi, consigli sulla corretta amministrazione di un frantoio oleario ecc.

Moderatori: Paoloadm, torejeo, ruby

fabry1805
Messaggi: 3
Iscritto il: mer giu 02, 2010 3:0 1 pm

Re: Gestione Registro di carico e scarico degli Oli 2010

Messaggioda fabry1805 » dom giu 19, 2011 10:0 1 am

Guarda se non erro te sul registro telematico devi riportare il carico di olio in deposito come una giacenza iniziale..lo devi trattare come una rimanenza iniziale. cmq...per maggiori info ti puoi rivolgere al Sian oppure al centro assistenza del soft che usi per la gestione
kevin
Messaggi: 240
Iscritto il: mer gen 21, 2009 8:0 1 pm

Re: Gestione Registro di carico e scarico degli Oli 2010

Messaggioda kevin » dom giu 19, 2011 8:0 1 pm

non utilizzo nessun soft....
l'olio proviene dagli uliveti di proprietà dello stesso frantoi, non si acquistano olive di terzi ma si eroga un servizio di molitura.

cosa devo indicare sul registro?
marcomdd
Messaggi: 1975
Iscritto il: gio gen 01, 1970 2:0 1 am
Località: (RM)

Re: Gestione Registro di carico e scarico degli Oli 2010

Messaggioda marcomdd » lun giu 20, 2011 3:0 1 pm

non so rispondere alla tua domanda ma a questi link ci sono le istruzioni (2 file) e le faq (1 file) - aggiornate a giugno 2011 - per compilare il registro oli

http://www.sian.it/downloadpub/zfadlx010?id=56028

http://www.sian.it/downloadpub/zfadlx010?id=56027

http://www.sian.it/downloadpub/zfadlx010?id=52207

ciao

ps cmq da quest'anno è obbligatoria la comunicazione telematica e un software è praticamente indispensabile
kevin
Messaggi: 240
Iscritto il: mer gen 21, 2009 8:0 1 pm

Re: Gestione Registro di carico e scarico degli Oli 2010

Messaggioda kevin » lun giu 20, 2011 8:0 1 pm

1.1.1.7 Registrazione dei carichi di olive
Il codice “AP” relativo all’operazione di carico di olive proprie è utilizzabile solo nel caso che le olive provengano da oliveti condotti dalla medesima ditta titolare del frantoio. In tal caso i campi obbligatori riguardano solo la quantità giornaliera di olive oggetto di carico.


questo paragrafo indica che se un frantoio non acquista olive non è tenuto a indicare i quantitativi di olio e il relativo stoccaggio?

nel casi in cui acquista olive è obbligato a tenere anche il "registro dell'olio" cioè deve indicare in quale recipiente va a finire l'olio. è così oppure è sbagliato quello che ho scritto?
marcomdd
Messaggi: 1975
Iscritto il: gio gen 01, 1970 2:0 1 am
Località: (RM)

Re: Gestione Registro di carico e scarico degli Oli 2010

Messaggioda marcomdd » lun giu 27, 2011 6:0 1 pm

Registri Sian, è tutto confermato. Si parte dal primo luglio
L’informatizzazione dei registri di carico e scarico degli oli ricavati dalle olive è realtà. C’è l’obbligo della trasmissione dati per via telematica entro un tempo massimo di sei giorni. Dov’è la novità e quale è lo scopo di tale regolamentazione: c’è la motivata speranza che la nuova burocrazia possa far emergere le frodi. Per i frantoiani, il punto della segreteria Aifo

di Stefano Pasquazi

Il primo luglio 2011 si da’ attuazione, dopo molti rinvii, al DM 8077 che prevede la informatizzazione dei registri di carico e scarico dell’olio dalle olive: quindi le imprese che producono e quelle che confezionano l’olio sono obbligate a trasmettere per via telematica i dati relativi alle movimentazioni del prodotto entro un tempo massimo di sei giorni.

Dov’è la novità e quale è lo scopo di questa regolamentazione.
Non c’è una grande novità: si tratta del passaggio dai registri cartacei mensili ai registri telematici settimanali. Lo scopo è quello di un monitoraggio della produzione e della commercializzazione che consenta di avere dati certi e sulla base di questi operare un controllo efficace sulle aziende in modo da ridurre il pericolo delle frodi.

Tutto qui. Ci sarebbe da dire “meglio tardi che mai”, visto che da tempo siamo entrati nell’era dell’informatica e anche le imprese del comparto oleario hanno il diritto di utilizzare quella tecnologia che semplifica e rende più efficace il proprio lavoro. Così come un sistema che consenta controlli più mirati non può che essere visto con soddisfazione da quanti, come i frantoi artigiani aderenti ad Aifo, operano con professionalità e trasparenza per garantire al consumatore produzioni di alta qualità.

Si è tenuta ieri, presso l’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressione Frodi, una riunione con le associazioni di categoria per fare il punto sulla corretta modalità di applicazione del Registro telematico di carico e scarico alla vigilia della prefissata scadenza dell’ 1 luglio 2011 che, al di là di false notizie circolate nei giorni scorsi (che hanno disorientato parecchi operatori), entra in vigore “senza se e senza ma”.

Nel corso della riunione è stato comunicato che circa mille frantoi aziendali (cioè aziende agricole che hanno un frantoio) hanno richiesto l'esonero, ai sensi dell’art. 7 del decreto, della tenuta del Registro.

Auspichiamo che vi sia una particolare attenzione da parte dell’Ispettorato nell’attività di controllo di queste aziende, perchè la lavorazione di molitura per terzi, oltre che una frode, creerebbe un evidente concorrenza sleale nei confronti dei frantoi artigiani.

Troppo spesso si ha l’impressione che molto dell'olio cosìddetto “italiano” si ricavi da loschi "giri di carta" che gonfiano la produzione e mortificano il prezzo.
Le imprese associate Aifo hanno quindi la motivata speranza che questa “nuova burocrazia” possa far emergere le frodi che troppo spesso hanno schiacciato il lavoro onesto degli agricoltori e dei frantoiani.

L’Aifo ha partecipando attivamente ai tavoli tecnici del Mipaaf informando tempestivamente ogni associato sulla corretta applicazione della nuova normativa. Alle nostre imprese abbiamo messo a disposizione un ventaglio di proposte commerciali per l'acquisto di software in grado di facilitare la tenuta del registro telematico.



di Stefano Pasquazi

http://www.teatronaturale.it/strettamen ... luglio.htm
far
Messaggi: 167
Iscritto il: mer set 03, 2008 1:0 1 pm

Re: Gestione Registro di carico e scarico degli Oli 2010

Messaggioda far » mar giu 28, 2011 5:0 1 pm

cesare1970 ha scritto:Per i frantoi aziendali il registro è obbligatorio solo per le lavorazioni sia delle olive di proprietà e si aper le lavorazioni conto terzi. Per quanto riguarda la vendita dell'olio, in base all'art. 7 sono esentate.(l'importante è che l'azienda non acquisti, con fattura naturalmente, olio o olive italiane, poichè in quel caso sono obbligate a tenere il registro di carico e scarico).
in base a quello che dice cesare e all'art. 7, kevin non deve comunicare alcunchè in quanto il suo frantoio è aziendale.
kevin
Messaggi: 240
Iscritto il: mer gen 21, 2009 8:0 1 pm

Re: Gestione Registro di carico e scarico degli Oli 2010

Messaggioda kevin » mer giu 29, 2011 10:0 1 am

grazie per la risposta.

a dire la verità sul registro cartaceo ho riportato tutte le lavorazioni sia conto terzi che conto proprie e ho registrato il carico di olio, la movimentazione lo stoccaggio e la relativa vendita.

da quello che mi dici è che ho fatto un lavoro in più quando non serviva...

allora non caricherò nessuna giacenza...
amoremio22
Messaggi: 20
Iscritto il: mar giu 10, 2008 11:0 1 am

Re: Gestione Registro di carico e scarico degli Oli 2010

Messaggioda amoremio22 » ven lug 22, 2011 10:0 1 am

Salve a tutti!
ho qualche domanda da porvi..quando vendo olio ad un privato consumatore(con ricevuta fiscale),sul registro telematico del SIAN devo effettuare prima l'operazione di confezionamento (codice L),riportando in fondo la quantità di olio come carico olio confezionato,e poi effettuare una seconda operazione di vendita di olio al consumatore finale(codice S0)e quindi scaricare la quantità di olio come scarico olio confezionato??
Nel caso l'olio venga venduto ad un ristorante(con fattura),si fa la stessa operazione?i codici sono gli stessi?
Se invece l'olio viene venduto come olio sfuso?
Grazie per la risposta...e buone vacanze a tutti...
amoremio22
Messaggi: 20
Iscritto il: mar giu 10, 2008 11:0 1 am

Re: Gestione Registro di carico e scarico degli Oli 2010

Messaggioda amoremio22 » gio lug 28, 2011 11:0 1 pm

Ciao a tutti,spero che qualcuno possa aiutarmi!!
ho un dubbio riguardo l'invio dei dati al SIAN. Io sono titolare di un frantoio che lavora per conto terzi ma anche di un'azienda agricola con oliveti che produce olio lo imbottiglia e lo commercializza. Le olive vengono molite nel frantoio di mia proprietà.
Il frantoio però acquista olive per poi vendere olio sfuso ai commercianti. La partita IVA è la stessa sia del frantoio che dell'azienda. Gli stabilimenti sono sullo stesso luogo ma vi è una separazione fisica dei silos per l'olio prodotto dalle olive di propria proprietà da quelle acquistate da terzi.
Nell'inviare i dati delle giacenze al SIAN, non ho creato un secondo stabilimento per distinguere l'oleificio dall'azienda, in quanto nell'accedere al portale con il codice pin mi ha subito mostrato la schermata relativa all'oleificio. Ora mi è sorto questo dubbio in quanto le giacenze sono relative all'olio dell'azienda,cioè di produzione propria e non di quello derivante dall'acquisto di olive per conto terzi. Nel caso abbia commesso questo errore come posso porvi rimedio?
Saluti.
marcomdd
Messaggi: 1975
Iscritto il: gio gen 01, 1970 2:0 1 am
Località: (RM)

Re: Gestione Registro di carico e scarico degli Oli 2010

Messaggioda marcomdd » ven lug 29, 2011 7:0 1 am

amoremio22 ha scritto:Ciao a tutti,spero che qualcuno possa aiutarmi!!
ho un dubbio riguardo l'invio dei dati al SIAN. Io sono titolare di un frantoio che lavora per conto terzi ma anche di un'azienda agricola con oliveti che produce olio lo imbottiglia e lo commercializza. Le olive vengono molite nel frantoio di mia proprietà.
Il frantoio però acquista olive per poi vendere olio sfuso ai commercianti. La partita IVA è la stessa sia del frantoio che dell'azienda. Gli stabilimenti sono sullo stesso luogo ma vi è una separazione fisica dei silos per l'olio prodotto dalle olive di propria proprietà da quelle acquistate da terzi.
Nell'inviare i dati delle giacenze al SIAN, non ho creato un secondo stabilimento per distinguere l'oleificio dall'azienda, in quanto nell'accedere al portale con il codice pin mi ha subito mostrato la schermata relativa all'oleificio. Ora mi è sorto questo dubbio in quanto le giacenze sono relative all'olio dell'azienda,cioè di produzione propria e non di quello derivante dall'acquisto di olive per conto terzi. Nel caso abbia commesso questo errore come posso porvi rimedio?
Saluti.
ho capito , avendo un'unica partita iva risulta un unico soggetto giuridico, ed un unico stabilimento essendo nello stesso sito.
io non so rispondere se dovevi registrare o no questi movimenti di olio 'aziendali' ti conviene mandare un'email direttamente all'agea per chiedere informazioni più dettagliate.

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti