registro carico e scarico rifiuti

Discussione su tematiche amministrative, regolamenti, rifermanti legislativi, consigli sulla corretta amministrazione di un frantoio oleario ecc.

Moderatori: Paoloadm, ruby, torejeo

lampante
Messaggi: 19
Iscritto il: dom gen 30, 2011 6:0 1 pm

registro carico e scarico rifiuti

Messaggioda lampante » ven lug 06, 2012 10:0 1 am

il frantoio deve tenere anche questo registro ?

se si come funziona?
spago
Messaggi: 133
Iscritto il: dom mar 09, 2014 5:0 1 pm

Re: registro carico e scarico rifiuti

Messaggioda spago » ven ott 03, 2014 10:0 1 pm

chiedo lumi anche io su questo documento.
posseggo ed è regolarmente vidimato dalla camera di Commercio il "Registro Carico e Scarico Rifiuti - Detentori" Mod. A.
avendo un impianto continuo non produco rifiuti particolari tipo i fiscoli. altri tipi di rifiuto particolari non ne produco...

che cazzarola ci devo registrare ?
marcomdd
Messaggi: 1975
Iscritto il: gio gen 01, 1970 2:0 1 am
Località: (RM)

Re: registro carico e scarico rifiuti

Messaggioda marcomdd » mar ott 07, 2014 1:0 1 pm

lampante ha scritto:il frantoio deve tenere anche questo registro ?

se si come funziona?
no
gion73
Messaggi: 1541
Iscritto il: gio dic 30, 2010 4:0 1 pm

Re: registro carico e scarico rifiuti

Messaggioda gion73 » mar ott 07, 2014 5:0 1 pm

no? si!

Il registro di cui parla spago è il registro di carico dei rifiuti pericolosi sul quale si annotano nella sezione di carico le quantità prodotte.
A loro volta quando questi rifiuti vengono consegnati per le operazioni di smaltimento dietro rilascio di formulario viene effettuato lo scarico.
spago
Messaggi: 133
Iscritto il: dom mar 09, 2014 5:0 1 pm

Re: registro carico e scarico rifiuti

Messaggioda spago » mar ott 07, 2014 9:0 1 pm

gion73 ha scritto:no? si!
Il registro di cui parla spago è il registro di carico dei rifiuti pericolosi
io non credo si parli di rifiuti pericolosi ma speciali
non si capisce + niente. l'0peratore economico italiano opera in un regime di regole non chiare.
la questione sarebbe un'emerita cazzata da essere comprensibile con la terza elementare. invece x venirne a capo dovrei profumatamente pagare dei consulenti dove l'uno smentisce l'altro.
secondo il 152/2006:
- sono considerati rifiuti speciali i rifiuti da attività agricole e agro-industriali ;
- se però produco da attività agroindustriale rifiuti non pericolosi non devo tenere il registro ;
quindi:
- un oleificio con le presse ha i fiscoli da smaltire; come deve regolarsi ?
- un oleificio continuo produce solo rifiuti assimilabili per qualità a quelli urbani prodotti in una normale casa di civile abitazione, come deve regolarsi ?
si brancola nel nel buio ! tranne che nelle sanzioni dove è molto chiaro:
La mancata o incompleta tenuta del registro è punita:
•con la sanzione amministrativa da 2.600 a 15.500 euro se si tratta di rifiuti non pericolosi (da 1.040 a 6.200 euro per le imprese con
meno di 15 dipendenti);
• con la sanzione amministrativa da 15.500 a 93.000 euro e con sospensione da un mese ad un anno dalla carica rivestita dal soggetto responsabile dell’infrazione e dalla carica di amministratore se si tratta di rifiuti pericolosi (da 2.070 a 12.400 euro per le imprese con meno di 15 dipendenti)


oltretutto ora c'è la L. 125/2013 che sembrerebbe obbligare alla tenuta...
marcomdd
Messaggi: 1975
Iscritto il: gio gen 01, 1970 2:0 1 am
Località: (RM)

Re: registro carico e scarico rifiuti

Messaggioda marcomdd » mer ott 08, 2014 7:0 1 am

gion73 ha scritto:no? si!

Il registro di cui parla spago è il registro di carico dei rifiuti pericolosi sul quale si annotano nella sezione di carico le quantità prodotte.
A loro volta quando questi rifiuti vengono consegnati per le operazioni di smaltimento dietro rilascio di formulario viene effettuato lo scarico.
E QUALI RIFIUTI SPECIALI PRODUCIAMO SCUSA Giovà ?

che il registro esista non lo metto in dubbio.

quello che affermo è che non non lo dobbiamo avere in quanto non produciamo rifiuti speciali.

il suddetto registro è stato utilizzato nei primi anni 90, prima della legge 574/96 che ha permesso lo spandimento agronomico delle AV.

punto.

è cosi non contradditemi :mrgreen:
marcomdd
Messaggi: 1975
Iscritto il: gio gen 01, 1970 2:0 1 am
Località: (RM)

Re: registro carico e scarico rifiuti

Messaggioda marcomdd » mer ott 08, 2014 7:0 1 am

la norma che classifica i sottoprodotti è il DLgs 152/2006, art 184-bis e successiva D.lgs 205 del 3/12/2010, e nello specifico la definizione precisa si trova nella tabella 1A del DM 6 luglio 2012 al punto 3.
spago
Messaggi: 133
Iscritto il: dom mar 09, 2014 5:0 1 pm

Re: registro carico e scarico rifiuti

Messaggioda spago » mer ott 08, 2014 8:0 1 am

la sansa è un sottoprodotto.
i fiscoli "credo" siano da classificare speciali
gion73
Messaggi: 1541
Iscritto il: gio dic 30, 2010 4:0 1 pm

Re: registro carico e scarico rifiuti

Messaggioda gion73 » mer ott 08, 2014 9:0 1 am

Ragazzi fate attenzione. La mia era una risposta generica all'utilizzo del registro. Se facciamo una classificazione degli elementi pericolosi è facile capire che anche la latta di olio lubrificante vuota lo è, come lo è anche lo straccio sporco di grasso utilizzato per una normale operazione di manutenzione nel mese di luglio, come può essere pericoloso il toner della stampante, o le cinghie di trasmissione che abbiamo sostituito ad un macchinario.
Scusa spago ma quando dici che "un oleificio continuo produce solo rifiuti assimilabili per qualità a quelli urbani prodotti in una normale casa di civile abitazione, come deve regolarsi" cosa vuoi dire?

Dai regolamenti di nettezza urbana l'assimilazione dei rifiuti speciali (solo gli speciali e non i pericolosi) vuol significare che il comune può assorbire nel proprio ciclo di raccolta anche i rifiuti speciali prodotti dalle aziende che per qualità e quantità possano essere assimilati agli urbani.
Ammesso che i fiscoli siano rifiuti speciali non credo che per quantità e qualità possano essere assimilati agli urbani.

Un oleificio produce rifiuti solidi urbani limitatamente alle zone adibite a ufficio, mense, spogliatoi, servizi igienici (perchè c'è un'assimilazione automatica per legge)
puo produrre rifiuti assimilabili agli urbani se il comune ha deliberato l'assimilazione di alcune categorie di speciali.
produce rifiuti che per la legge 574/96 hanno un'utilizzazione agronomica (AV)
può produrre rifiuti pericolosi.

Ragazzi il suddetto registro non è stato abolito anzi sembrava morto ma è resuscitato, da quando è stato abolito l'obbligo di iscrizione al SISTRI per le aziende con numero di dipendenti inferiore a 10.

Marco è cosi e non ci puoi fare niente.
spago
Messaggi: 133
Iscritto il: dom mar 09, 2014 5:0 1 pm

Re: registro carico e scarico rifiuti

Messaggioda spago » mer ott 08, 2014 10:0 1 am

gion73 ha scritto:Scusa spago ma quando dici che "un oleificio continuo produce solo rifiuti assimilabili per qualità a quelli urbani prodotti in una normale casa di civile abitazione, come deve regolarsi" cosa vuoi dire?
intendevo dire che alla fine si usano i normali detergenti per la pulizia, un pò di soda, qualche cartone da imballo di vari prodotti;
questi a spanne mi sembrano assibilabili ai rifiuti domestici .

approfondendo alla fine potrebbero venire fuori:
- le cartucce del grasso esaurite;
- statori usati;
questi potrebbero essere gli speciali.

ma alla fine se ti posso chiedere, tu che hai un oleificio continuo come ti regoli ? lo tieni il registro ?

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti