informazione

Discussione su tematiche amministrative, regolamenti, rifermanti legislativi, consigli sulla corretta amministrazione di un frantoio oleario ecc.

Moderatori: Paoloadm, ruby, torejeo

leoneking
Messaggi: 4
Iscritto il: mar dic 02, 2014 10:0 1 pm

informazione

Messaggioda leoneking » mer dic 03, 2014 12:0 1 am

salve, mi chiamo Leo e sono nuovo sul forum, ho un mucchio di domande e le idee confuse,
I miei hanno un frantoio (metodo tradizionale) da circa 20 anni in Calabria lavoriamo olive proprie circa 900 piante,e poi per conto terzi.
io sono fuori dall' attività, ma mi piacerebbe imbottigliare almeno l' olio che produciamo dalle nostre olive per poi venderlo in europa
però non so bene da dove si comincia:
Posso avviare un attività di imbottigliamento separatamente dal frantoio?
cosa serve per essere idoneo all'imbottigliamento? oltre al locale a norma
basta analizare l'olio per certificare la qualità di extravergine?
costa tanto un impianto di imbottigliamento?
per ora mi fermo qui. Mi piacerebbe conoscere qualcuno che conosca il settore così da delucidarmi un pochetto,e capire se ne vale la pena.
Grazie per la cortesia
torejeo
Messaggi: 221
Iscritto il: gio gen 01, 1970 2:0 1 am

Re: informazione

Messaggioda torejeo » gio ott 08, 2015 5:0 1 pm

Spero che nel frattempo abbia trovato le risposte che cercava.

Buona Campagna Olearia 2015/2016
schimio
Messaggi: 40
Iscritto il: lun feb 26, 2007 2:0 1 pm

Re: informazione

Messaggioda schimio » gio ott 08, 2015 6:0 1 pm

leoneking ha scritto: Posso avviare un attività di imbottigliamento separatamente dal frantoio?
cosa serve per essere idoneo all'imbottigliamento? oltre al locale a norma
basta analizare l'olio per certificare la qualità di extravergine?
costa tanto un impianto di imbottigliamento?
per ora mi fermo qui. Mi piacerebbe conoscere qualcuno che conosca il settore così da delucidarmi un pochetto,e capire se ne vale la pena.
Grazie per la cortesia
Salve in merito alla prima domanda le rispondo che può imbottigliare anche separatamente al frantoio è solo una questione fiscale e tecnica.
In merito alla seconda oltre che il locale dell'imbottigliamento deve rispettare : HACCP, idonietà sanitaria, Rec, corso alimentarista ecc..l'importante anche dotarsi del registro telematico SIAN.
Poi ovviamente per attestare un extravergine servono effettuare le analisi di laboratorio....
Per un impianto di imbottigliamento i costi variano secondo il tipo e la portata che sceglie....
Comunque sia l'ostacolo maggiore è sul piano sanitario con le nuove leggi voglio 3 bagni antibagni ecc.. ecc..
ruby
Messaggi: 85
Iscritto il: gio gen 25, 2007 4:0 1 pm

Re: informazione

Messaggioda ruby » ven ott 09, 2015 8:0 1 pm

[quote="leoneking"]

Salve e benvenuto leoneking oltre a quelli citati da Schimio, ci sono altre cose da fare, come la costituzione del fascicolo aziendale presso i caa, il DPS per la sicurezza dei dati, scia...

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti